Vaccino Johnson & Johnson, 60 milioni di dosi contaminate • Imola Oggi

Imola Oggi ECONOMIA

Un lotto del principio attivo del vaccino anti-Covid di Janssen è stato contaminato con materiali destinati a un altro vaccino prodotto nello stesso impianto.

Johnson & Johnson, le dosi contaminate. “La contaminazione – ha fatto sapere l’Agenzia europea del farmaco – è avvenuta in un sito di produzione del principio attivo nello stabilimento di Baltimora nel Maryland, di proprietà di Emergent Biosolutions. (Imola Oggi)

Su altri media

Il richiamo del vaccino Moderna verrà prenotato e somministrato nella stessa farmacia a distanza di 28-42 giorni. In Lombardia, per i 12/17enni viene usato solo Pfizer; per i 18/49enni Pfizer o Moderna; per i 50/59enni Pfizer, Moderna o J&J; per gli over 60 AstraZeneca o J&J; per i fragili Pfizer o Moderna. (AgrigentoNotizie)

Dopo AstraZeneca, la Regione Puglia, alla luce delle nuove raccomandazioni del Cts, ha deciso in via precauzionale di sospendere la somministrazione alla popolazione under 60 del vaccino Johnson&Johnson. (La Repubblica)

"A tutti i restanti soggetti di età inferiore ai sessant'anni e non ancora vaccinati verrà somministrato un vaccino a m-Rna", ovvero Pfizer e Moderna. (La Repubblica)

Sono al momento quattro i vaccini che hanno già ottenuto le autorizzazioni d'uso dall'Agenzia europea dei medicinali Ema e dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa: il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca, il vaccino Moderna, il vaccino Comirnaty di Pfizer-BioNTech ed il vaccino Janssen della Johnson & Johnson (IL GIORNO)

Dopo le comunicazioni e i provvedimenti emessi dal Ministero della salute, la Regione Puglia ha aggiornato le indicazioni operative relative alla campagna vaccinale anti-Covid, adeguandosi sostanzialmente alle nuove disposizioni. (BisceglieViva)

Sulla base delle (poche) evidenze di cui si dispone, la vaccinazione «eterologa» non viene sconsigliata «né sul fronte della sicurezza (reattogenicità), né su quello della immunogenicità» Naturalmente vale per tutte le categorie, tanto che anche l'esercito ha già sospeso i richiami. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr