Coronavirus: perché la variante inglese dura e contagia di più

Coronavirus: perché la variante inglese dura e contagia di più
Virgilio Notizie INTERNO

La variante inglese dura e contagia di più: i cambiamenti per la quarantena. Secondo quanto riporta Repubblica, a durare di più, per i ricercatori americani, sarebbe la fase proliferativa dell’infezione, ovvero quella in cui il coronavirus si replica sfruttando le cellule umane, che è anche quella in cui si è più contagiosi

Coronavirus: perché la variante inglese dura e contagia di più Secondo i ricercatori di Harvard la variante inglese causerebbe un'infezione da Covid più lunga soprattutto nella fase più contagiosa. (Virgilio Notizie)

Ne parlano anche altri media

Oggi sono stati eseguiti 11.389 tamponi molecolari e 8.336 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,2% è risultato positivo (Adnkronos). Il bollettino delle regioni sui casi di Covid in Italia oggi, martedì 23 febbraio. (Adnkronos)

È quanto emerge dai dati del ministero della Salute. Milano, 23 feb. (LaPresse)

Sono 303.850 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia con il tasso di positività sui nuovi casi (13.314) che sale al 4,4% rispetto al 5,6% di ieri Sono 13.314 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. (AbruzzoLive)

Coronavirus Italia, 13314 nuovi casi e 356 morti. Tasso positività scende al 4.4%

Analizzando la situazione negli ospedali, il numero totale di persone ricoverate in terapia intensiva è di 2.146 con un saldo positivo di 28 unità tra ingressi e uscite. (LaPresse)

È quanto emerge dai dati del ministero della Salute. Ieri sono stati 170.672 (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr