Kerry Kennedy: «L'assassino di mio padre Bob non si è voluto pentire, giusto che resti in carcere»

Kerry Kennedy: «L'assassino di mio padre Bob non si è voluto pentire, giusto che resti in carcere»
ilmattino.it ESTERI

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Perché il governatore della California ha deciso di negare la libertà vigilata a Sirhan Sirhan, il giordano di origine palestinese, che sparò al candidato che aveva appena vinto le primarie democratiche in California.

Dall'omicidio dell'Hotel Ambassador di Los Angeles sono passati 54.

Ma dell'uomo che sparò al senatore Robert Francis Kennedy si parla di nuovo. (ilmattino.it)

Su altri media

Il resto della famiglia Kennedy resta contraria. La decisione nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole. (La Nuova Sardegna)

Sirhan, ha scritto Newsom nella sua decisione, “dopo decenni in prigione, non è riuscito ad affrontare le carenze che lo hanno portato ad assassinare il senatore Kennedy”. Una nuova udienza per la libertà vigilata di Sirhan sarà fissata per entro febbraio 2023 (LaPresse)

La decisione è arrivata nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole. Sirhan Sirhan assassinò il candidato presidente nel 1968 durante la campagna elettorale. (Corriere della Sera)

Usa, assassino Bob Kennedy resta in carcere

Nonostante in passato abbia incitato alla violenza, di recente Sirhan ha respinto ridendo l'attuale rilevanza del suo status di parafulmine ideologico. irhan Sirhan, l'uomo che nel 1968 uccise il candidato democratico alle presidenziali Usa Robert F. (AGI - Agenzia Italia)

Condannato inizialmente alla pena di morte, quando questa fu abolita dallo stato della California, la sua pena fu mutata in ergastolo. Non uscirà dal carcere l'assassino di Robert Kennedy. (La Repubblica)

La decisione è stata presa nonostante le raccomandazioni del California Parole Board e nonostante i due figli di Kennedy, Robert e Douglas, avessero espresso parere favorevole, mentre il resto della famiglia Kennedy resta contraria. (Ticinonews.ch)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr