Prato: operaia muore incastrata in un macchinario. Era diventata mamma da poco

Prato: operaia muore incastrata in un macchinario. Era diventata mamma da poco
Per saperne di più:
Gazzetta del Sud INTERNO

Di "morte inaccettabile", ha parlato il governatore della Toscana Eugenio Giani

Si chiamava Luana D'Orazio, la giovane, residente a Pistoia, madre di una bambina.

L’incidente è avvenuto intorno alle 11 all’interno di un’azienda tessile di Oste di Montemurlo, in provincia di Prato.

Secondo una prima e ancora frammentaria ricostruzione dell’accaduto, la ragazza stava lavorando quando è rimasta incastrata a un macchinario tessile. (Gazzetta del Sud)

Se ne è parlato anche su altre testate

Disposta l'autopsia. La giovane, residente nel Pistoiese, era dipendente della ditta da circa un anno, la 'Orditura Luana' a Oste. Pistoia si stringe attorno alla famiglia di Luana, morta mentre stava facendo il suo lavoro in un’azienda tessile di Montemurlo (gonews)

Morire di lavoro a 23 anni: Luana, uccisa dal macchinario in fabbrica

Ed è morta sul colpo. Stava lavorando in una ditta di Montemurlo, un’azienda tessile di via Garigliano, quando è stata straziata dal macchinario. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr