Sviluppo Impresa 2021: incentivi alle aziende romane

Sviluppo Impresa 2021: incentivi alle aziende romane
PMI.it ECONOMIA

È operativo il Bando Sviluppo Impresa 2021 promosso dalla Camera di Commercio di Roma per sostenere le imprese del territorio, garantendo supporto nelle fasi successive alla loro costituzione e favorendo la crescita dell’attività produttiva anche in ottica innovativa.

Per partecipare al bando c’è tempo fino al 31 dicembre 2021

Gli interventi previsti, oltre a incentivare lo sviluppo d’impresa, sono volti a valorizzare gli investimenti effettuati e contribuire a consolidare un circolo virtuoso fra imprese, banche e Consorzi di Garanzia Fidi. (PMI.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il 2021 si è aperto col segno negativo per quanto riguarda la nati-mortalità delle realtà produttive del tessuto imprenditoriale aretino. Un numero sicuramente importante ma che, seppure in segno negativo, rappresenta un netto miglioramento rispetto all’anno precedente quando ad essere andate perse erano state 230 imprese. (ArezzoNotizie)

Tra l’altro, sindacati e imprese hanno anche aggiornato il protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro siglato la primavera scorsa. Imprese e lavoratori hanno già dimostrato di essere all’avanguardia (IL GIORNO)

A fronte di queste diminuzioni, si registra tuttavia un incremento nelle seguenti attività: Attività finanziarie e assicurative (+9,2%), Attività immobiliari (+5,8%), Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese (3,7%). (Libertà)

L'Aic apre alla campagna vaccinale nelle aziende: «Imprese, fatevi avanti»

Sono state fatte riprese e interviste, che saranno proposte in classe alla presenza di un rappresentante della ditta visitata: in tale nuova modalità il progetto riprende oggi facendo “incontrare” ragazzi delle prime classi con la modelleria “Crea Si”, e precisamente la titolare, Gloria Trevisani. (Gazzetta di Modena)

Solo se c’è stata una riparazione che abbia comportato la rimozione di determinati sigilli di garanzia, la verifica periodica deve essere richiesta prima della naturale scadenza". L’attività di verifica periodica, viene illustrato, "deve essere richiesta esclusivamente agli organismi di verificazione (ForlìToday)

Per questo, l’Aic invita «le imprese piccole, medie e grandi ad unirsi nel comune obiettivo di presentare un valido piano vaccinale in Regione». Seppur complessa, la procedura tecnica e medico-scientifica per realizzare il piano vaccinale aziendale gode della supervisione del servizio sanitario regionale in capo al quale permane la responsabilità finale del progetto (CoratoLive)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr