Il digiuno intermittente: tra benefici e rischi

Il digiuno intermittente è un modello alimentare che ha suscitato molto interesse e dibattito. Mentre alcuni esperti ne sostengono l'efficacia, altri mettono in luce le sue criticità.

Il punto di vista di Marco Silano

Marco Silano, direttore del Dipartimento di malattie cardiovascolari, endocrine-metaboliche e dell'invecchiamento dell'Istituto superiore di sanità, ha recentemente condiviso la sua opinione sul digiuno intermittente. Secondo Silano, questa pratica può essere utile per azzerare il metabolismo, ma non necessariamente per perdere peso.

Le considerazioni di Giorgio Calabrese

Il medico dietologo Giorgio Calabrese ha espresso preoccupazione per i rischi potenziali del digiuno intermittente, soprattutto per quanto riguarda la salute del cuore. Calabrese ha sottolineato che, nonostante la sua popolarità tra le celebrità, il digiuno intermittente non è privo di rischi e non necessariamente prolunga la vita.

La difesa di Antonella Viola

Dopo la pubblicazione di uno studio dell'American Heart Association, che suggeriva un aumento del rischio di morte per eventi cardiovascolari a seguito del digiuno intermittente, l'immunologa Antonella Viola ha difeso questa pratica. Secondo Viola, la ricerca sarebbe "aria fritta" e ha ribadito la sua posizione in un post su Facebook e in un'intervista su La Stampa.

Il digiuno intermittente è un argomento complesso e controverso. Mentre alcuni esperti ne vedono i benefici, altri ne sottolineano i rischi. È importante fare ricerche approfondite e consultare un professionista della salute prima di intraprendere qualsiasi cambiamento significativo nella dieta.

Ordina per: Data | Fonte | Titolo