Tragedia familiare a Palermo: Giovanni Barreca confessa l'omicidio della moglie e dei figli

Giovanni Barreca, un muratore di 54 anni, ha confessato di aver ucciso la moglie Antonella Salamone, di 40 anni, e i due figli di 16 e 5 anni, ad Altavilla Milicia, in provincia di Palermo. Secondo le prime valutazioni del medico legale, gli omicidi potrebbero essere avvenuti venerdì 9 febbraio. Tuttavia, è solo nella notte di domenica che Barreca ha chiamato i carabinieri per confessare il triplice delitto. «Ho ucciso la mia famiglia, vi aspetto: venite a prendermi», ha rivelato agli inquirenti. «C’era il demonio in casa».

Il ritrovamento dei corpi

In base alle prime ricostruzioni, Giovanni Barreca avrebbe dato fuoco ai resti della moglie, ritrovati in giardino. L'uomo deve rispondere di omicidio plurimo e soppressione di cadavere. Il provvedimento di fermo è stato emesso dalla Procura di Termini Imerese, ieri sera, al termine di una lunga giornata di interrogatori nella caserma dei Carabinieri di Bagheria.

Il santone Roberto Amatulli

Roberto Amatulli, un ex parrucchiere di Bari, si autoproclama «ministro di cristo Gesù ripieno dello Spirito Santo» sul suo profilo Facebook. Amatulli «lavora presso Gesù» ma predica attraverso i social. Tik Tok soprattutto dove raggiunge circa 5mila follower. Esorcismi, battesimi, addirittura visite in ospedale. I video che posta descrivono chiaramente la sua attività di santone.

La prima notte in carcere

Giovanni Barreca ha trascorso la prima notte in carcere dopo la confessione dell'omicidio della sua famiglia. La Procura di Termini Imerese ha emesso un provvedimento di fermo al termine di una lunga giornata di interrogatori nella caserma dei Carabinieri di Bagheria.

Ordina per: Data | Fonte | Titolo