Jogger ucciso da rottweiler a Manziana, indagini in corso

Paolo Pasqualini, un uomo di 39 anni, è stato tragicamente ucciso da tre rottweiler mentre faceva jogging nei pressi del bosco di Manziana, vicino Roma. Il drammatico evento è avvenuto ieri mattina, intorno alle 8.30. Il corpo di Pasqualini, trovato in abbigliamento sportivo, presentava profonde lesioni su varie parti del corpo, soprattutto sul viso e gli arti superiori. All’arrivo del 118, l’uomo era già deceduto.

Dettagli dell'incidente

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, Pasqualini è stato aggredito e sbranato dai tre cani, che erano scappati da un’abitazione non lontana dal luogo del dramma. I cani sono stati catturati dopo un paio di ore. Pasqualini era capo reparto del supermercato Esselunga di Centocelle e studente di Scienze motorie.

Ipotesi di omicidio colposo

Ci sono diversi aspetti non chiari sul caso. Al centro delle indagini, il motivo dell’attacco e la fuga dei cani dal terreno dell’ex moglie di Pasqualini, confinante con l’area verde dove stava svolgendo attività fisica. La pista che sta prendendo piedi è quella di un possibile omicidio colposo. In particolare, si considera l’ipotesi di un allevamento non autorizzato di rottweiler nel terreno, e la possibilità che non si tratti del primo caso di allontanamento dei cani.

Il luogo dell'incidente

Il parco dove è avvenuto l'incidente è un’area verde protetta, gestita in parte dal comune della cittadina vicina al lago di Bracciano e in parte dell’Università agraria di Manziana, in collaborazione con allevatori e pastori. Il terreno da cui sarebbero usciti i cani è vicino a questo bosco e appartiene a una villa privata.

Ordina per: Data | Fonte | Titolo