Crisi dei chip - La situazione si aggrava: previsto un crollo dei ricavi per 180 miliardi di euro

Quattroruote ECONOMIA

Tra l’altro, i costruttori stanno affrontando anche altre difficoltà produttive: mancano materie prime, resine speciali, acciaio e, perfino, manodopera in alcuni Paesi

Il peggioramento riscontrato nelle ultime settimane nelle forniture di semiconduttori rende sempre più fosche le prospettive economiche del settore automobilistico globale.

A inizio anno erano state messe in preventivo perdite di fatturato per 60,6 miliardi di dollari (circa 52 miliardi di euro), che cinque mesi dopo erano già salite a 110 miliardi di dollari (poco più di 90 miliardi di euro). (Quattroruote)

Su altri giornali

Anche riguardo il costo che graverà sul settore vi è stato quest'anno un crescendo nelle stime. Carenza chip: bloccata produzione auto. I produttori di auto già da tempo avvertono questo problema e negli ultimi tempi sono estremamente preoccupati per i guadagni del terzo trimestre. (Investire.biz)

Milano Finanza. La carenza di semiconduttori rischia di costare all'industria automobilistica mondiale 210 miliardi di dollari di ricavi quest'anno. Ora ci vuole un record di 21 settimane per soddisfare gli ordini di chip e i dirigenti del settore auto dicono che la situazione potrebbe durare anni. (Notizie - MSN Italia)

La dipendenza dai produttori di chip asiatici inoltre non aiuta perchè dall’inizio della Crisi causata dal Covid questi non riescono più a soddisfare la domanda del mercato. Davide Mele, ha commentato la vicenda in occasione di un convegno affermando, secondo quanto riportano le agenzie di stampa che “nessuna soluzione immediata per la crisi dei chip” è attualmente prevedibile. (Carblogitalia)

La crisi dei chip sta causando perdite miliardarie ai produttori di auto

Auto: AlixPartners, sono 7,7 milioni le vetture prodotte in meno a causa della crisi dei chip. Leggi anche – Vendite Auto, calo a luglio: in crescita ibride ed elettriche, i dati. Crisi dei microchip, prodotte 7.7 milioni di auto in meno. (AutoMotoriNews)

La previsione della società di consulenza globale AlixPartners, è in netto aumento rispetto alle ultime stime di maggio ($110 mld). «Inoltre, i chip sono solo una delle tante interruzioni straordinarie che il settore sta affrontando, tra cui la carenza di resina, acciaio e manodopera. (Yahoo Finanza)

Le stime parlano di un vero e proprio tracollo del settore automotive nel 2021 che seguire gli scarsi risultati del 2020 dovuti alla pandemia. Per i produttori di auto, infatti, la carenza di semiconduttori, che oramai condiziona la produzione da diversi mesi, si tradurrà in un netto calo dei ricavi. (Tech Princess)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr