Scuole, dopo i tagli arrivano i rinforzi: aumentano le cattedre per il prossimo anno - Luccaindiretta

LuccaInDiretta INTERNO

Dopo un anno difficile, reso ulteriormente complicato dalla pandemia, il prossimo anno scolastico si annuncia con meno scogli nelle scuole lucchesi.

I tagli alle cattedre per il 2020/2021 sembrano dover essere archiviati, visto che gli organici per il prossimo anno scolastico non solo non sono stati toccati al ribasso ma in genere sono stati rafforzati.

Aumentano anche i posti di potenziamento, passati da 301 dell’anno scolastico 2020/21 ai 310 previsti per il prossimo anno scolastico

Lo dimostrano i numeri pubblicati dall’ufficio scolastico provinciale che, confrontati con quello dell’anno che sta per concludersi tra i banchi, segnalano un incremento degli insegnanti. (LuccaInDiretta)

Su altre fonti

Il mio è unicamente un punto di vista con l’intento di sostenere la scuola e chi vi lavora Per Vendramini l’istruzione, i giovani e le famiglie sono tra le priorità del futuro, con particolare attenzione alla dispersione scolastica e al calo demografico. (L'Amico del Popolo)

Valorizzare gli studenti anche per le piccole competenze acquisite in proiezione futura, ad esempio l’appropriatezza nel rispettare le regole della DAD e delle linee guida a scuola. Istruzione, giovani e famiglie tra le priorità del futuro, con particolare attenzione alla dispersione scolastica e al calo demografico. (Radio Più)

Per il prossimo anno scolastico non sarà possibile assumere docenti attraverso la cosiddetta “chiamata veloce“. Se da un lato l’idea della chiamata veloce nasceva dalla necessità di coprire i posti vacanti in province in cui le graduatorie esistenti erano esaurite, dall’altro vi era limite a del vincolo quinquennale a renderla irrealizzabile (Oggi Scuola)

Area Dirigenziale Istruzione e Ricerca sottoscritto in data 08/07/2019), alla luce anche dei 900 posti che sono vacanti sottoscritto in data 15/07/2010 per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica e C. (Orizzonte Scuola)

Al momento restano 20 anche le squadre in Ligue 2 ma anche qui potrebbero modificarsi gli scenari decidendo di ridurre anche qui il numero dei partecipanti. La Ligue 1 ha infatti approvato la riduzione delle squadre che parteciperanno al campionato da 20 a 18 a partire dalla stagione 2023/2024. (CIP)

Primo giorno di scuola: data unica in tutta Italia? Il Ministero dell'Istruzione sta organizzando il rientro in classe a settembre e starebbe pensando a una data unica come primo giorno, esattamente come fatto l'anno scorso (Studenti.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr