Riforma del processo civile: cosa cambia per imprese e professionisti

Ipsoa INTERNO

La giustizia civile punta sull’outsourcing e sulla telematica.

28/2010 sia le negoziazioni assistite (decreto legge 132/2014) e di allargarne il raggio di azione.

Anche il processo nelle aule dei tribunali dovrà avere una migliore organizzazione (maggiore produttività e ufficio per il processo), puntando alla riduzione dei tempi e a decisioni già in prima udienza.

Vanno potenziate al massimo le mediazioni e le negoziazioni assistite e si potranno raccogliere testimonianze negli studi legali, utilizzabili anche in giudizio. (Ipsoa)

Ne parlano anche altre testate

Si rendono possibili al giudice civile dei primi accertamenti anche sommari, per verificare la violenza, e la possibilità di provvedimenti di protezione. Viene istituito il tribunale per le persone, per i minorenni e per le famiglie: tribunali circondariali e, quale organo centrale, un tribunale distrettuale. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

E’ il commento della ministra della Giustizia, Marta Cartabia, dopo il voto definitivo questa mattina dell’aula della Camera alla riforma del processo civile. Via libera definitivo alla riforma del processo civile. (gnewsonline.it)

E' già legge infatti la riforma del processo penale e della crisi di impresa, che insieme alla riforma del processo civile costituiscono le condizioni ai quali sono subordinati gli oltre 200 miliardi del Pnrr. (Il Sole 24 ORE)

In pratica vengono introdotti dei termini intermedi dopo gli atti introduttivi per definire le domande, le eccezioni e le richieste di prova. Rafforzata la tutela del credito nel processo esecutivo. Diverse le novità anche nel processo esecutivo, viene prevista la semplificazione per l'inizio del giudizio con la soppressione della formula esecutiva. (Il Sole 24 ORE)

“L’efficienza della Giustizia civile verrà migliorata sia in termini di riduzione dei tempi che di qualità grazie ai diversi i punti toccati da questa riforma Lo ha detto il vicepresidente della commissione Giustizia della Camera, Franco Vazio, intervenendo in Aula per esprimere il voto favore del Gruppo Pd al Ddl Efficienza processo civile. (IVG.it)

Un testo che introduce significative novità sostanziali per semplificare riti e procedimenti, sia in generale che in diversi settori. L’obiettivo è ambizioso: arrivare a ridurre del 40% i tempi della giustizia, rispettando così uno degli impegni assunti dall’Italia con l’Europa nell’ambito del Pnrr. (Metropolitano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr