Rolling Stones minacciano azioni legali contro Trump: «Basta usare la nostra musica»

Rolling Stones minacciano azioni legali contro Trump: «Basta usare la nostra musica»
Il Mattino Il Mattino (Cultura e spettacolo)

Ma le ingiunzioni dei loro avvocati evidentemente sono rimaste inascoltate, e il presidente ha fatto suonare anche «Heart of Stone» durante le feste per il suo insediamento nel 2017.

«Questa potrebbe essere l'ultima volta che Trump usa una canzone di Jagger/Richards per la sua campagna elettorale - recita una dichiarazione diffusa dalla band - se Donald Trump persiste ed ignora l'ingiunzione, dovrà affrontare una causa».

Su altre testate

Perché Trump non può usare le canzoni degli Stones. La band è tornata all'attacco dopo aver già avvertito il Presidente nel 2016, quando durante la campagna elettorale usava "You Can’t Always Get What You Want", spiegando che in alcun modo la band appoggiava Trump. (Music Fanpage)

Il presidente americano ha utilizzato la celebre "You Can’t Always Get What You Want" nel suo ultimo comizio a Tulsa, in Oklahoma. Qualche settimana fa la famiglia di Tom Petty ha chiesto ufficialmente alla campagna del presidente non usare più i suoi brani dopo che "I won’t back down" era stata suonata sempre a Tulsa. (Il Giornale di Vicenza)

Che hanno poi spiegato: «Se Donald Trump non terrà conto della notifica, affronterà una causa legale per riproduzione di musica non autorizzata». E fa ancora più specie vedere i Rolling Stones, ormai attempati, riciclarsi nel «girone dei buoni» dopo aver recitato per decenni la parte dei «bad boys». (Il Primato Nazionale)

«Ulteriori passi per impedire» a Trump l'uso del materiale dei Rolling Stones in future campagne presidenziali sono diventati necessari dopo che le precedenti «richieste e direttive» erano state ignorate. (La Stampa)

Così il quotidiano online «Huffington Post» ha commentato la notizia della minaccia di una causa legale nei confronti del presidente statunitense da parte dei Rolling Stones, ai quali non è andato proprio giù che per l’ennesima volta - nonostante una diffida ufficiale fattagli pervenire in passato - il tycoon abbia utilizzato un loro vecchio successo (You Can’t Always Get What You Want) durante il recente comizio di Tulsa (Corriere del Ticino)

Lo riporta la rivista Rolling Stone. "Questa potrebbe essere l'ultima volta che Trump usa una canzone di Jagger/Richards per la sua campagna elettorale - recita una dichiarazione diffusa dalla band - se Donald Trump persiste ed ignora l'ingiunzione, dovrà affrontare una causa". (ROMA on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr