Covid, Miozzo (Cts): “Ascolteremo Draghi e diremo che serve prudenza”

Covid, Miozzo (Cts): “Ascolteremo Draghi e diremo che serve prudenza”
Il Fatto Quotidiano INTERNO

“Ascolteremo il Presidente. Rigore? Noi diremo che serve la linea della prudenza”, così il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo , interpellato prima di entrare a Palazzo Chigi dove è previsto il vertice convocato dal premier Mario Draghi. Alla riunione, oltre a Miozzo, saranno presenti il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e il presidente del Css, Franco Locatelli e diversi ministri, uno per ogni forza di maggioranza. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre testate

“Non abbiamo parlato di riaperture – ha aggiunto – se ne parlerà in un’altra occasione. E’ quanto ha dichiarato il coordinatore del Cts Agostino Miozzo, lasciando Palazzo Chigi al termine del vertice con il premier Draghi. (Redazione Jamma)

Ala riunione, che secondo quanto precisa palazzo Chigi si svolgerà nello stesso formato di sabato scorso, parteciperanno i ministri dell'Economia, Daniele Franco, della Salute, Roberto Speranza, dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, degli Affari Regionali, Maria Stella Gelmini, dei Beni culturali, Dario Franceschini e dell'Agricoltura, Stefano Patuanelli (La Stampa)

Miozzo (CTS): "Non c'è catastrofe imminente, abbiamo il controllo". EMBED. . . (Agenzia Vista) Roma, 23 febbraio 2021 Miozzo (CTS): "Non c'è catastrofe imminente, abbiamo il controllo" "Da un punto di vista scientifico dobbiamo essere prudenti, al Presidente non abbiamo descritto una catastrofe imminente, c'è controllo della situazione, vediamo come evolve la pandemia. (Il Messaggero)

Il Governo accelera sul nuovo Dpcm. Vertice in serata a Palazzo Chigi. Draghi vede Brusaferro, Locatelli e Miozzo. Domani Speranza riferirà in Parlamento | LA NOTIZIA

Come annunciato nel suo discorso di fiducia alle Camere, insomma, il Presidente del Consiglio vuole informare i cittadini con sufficiente anticipo di ogni cambiamento nelle regole. Alla riunione, convocata in serata, saranno presenti il premier Mario Draghi, i ministri Roberto Speranza e Maria Stella Gelmini, che nei giorni scorsi hanno ragionato sulle misure con le Regioni, ma è annunciata la presenza anche di Giancarlo Giorgetti, Stefano Patuanelli, Dario Franceschini ed Elena Bonetti, oltre agli esperti Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, e Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità. (Il Friuli)

“Abbiamo fatto il quadro della situazione. Draghi ha voluto essere aggiornato sui numeri e sul lavoro che si sta facendo. Siamo preoccupati per la variante inglese, come tutti. Riaperture di bar e ristoranti la sera? Stasera non ne abbiamo discusso. (Il Fatto Quotidiano)

Il governo accelera sul nuovo Dpcm con le norme anti-Covid in vista della scadenza, fissata per il 5 marzo dell’ultimo provvedimento approvato dal precedente esecutivo. Mentre domani Speranza riferirà sull’emergenza Covid-19 alle 13.30 al Senato e alle 17 alla Camera. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr