Pnrr, da Commissione Ue nessuna risposta su tempi ok piano Italia

Pnrr, da Commissione Ue nessuna risposta su tempi ok piano Italia
Approfondimenti:
LaPresse ECONOMIA

(LaPresse) – La Commissione europea non risponde alle domande sui tempi di valutazione del piano di ripresa e resilienza italiano.

Ribadisce i cinque Paesi che von der Leyen visiterà la prossima settimana: Spagna, Portogallo, Grecia, Danimarca e Lussemburgo.

Alle domande sull’eventualità, prospettata anche da alcune testate, che il Ppnrr italiano venga approvato la prossima settimana la portavoce Dana Spinant, non dà indicazioni né risponde alla domanda se vi sono problemi sul nostro piano. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altre testate

Se le autorità nazionali non rispondono in modo soddisfacente entro questo termine, la Commissione può decidere di inviare un parere motivato all’Italia La lettera Ue. (Il Sole 24 ORE)

In particolare le disposizioni sulla libertà di stabilimento, libera circolazione e vigilanza dei servizi degli intermediari del credito. Fornito da Corriere della Sera. La Commissione Ue ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia perché non applica pienamente la direttiva Ue sul credito ipotecario. (Notizie - MSN Italia)

L'Italia dispone ora di due mesi per rispondere a questa lettera. L'Italia deve aprire il mercato dei mutui anche agli intermediari. (la Repubblica)

L’Ue dice che i mutui in Italia sono troppo costosi

(LaPresse) – La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen visiterà diversi Stati in relazione all’approvazione dei piani nazionali di ripresa e resilienza. Il 16 giugno sarà in Spagna e Portogallo, il 17 in Grecia e Danimarca e il 18 in Lussemburgo. (LaPresse)

"L'obiettivo della direttiva sul credito ipotecario è rafforzare la protezione dei consumatori in questo settore e promuovere la concorrenza, aprendo, tra l'altro, i mercati nazionali agli intermediari del credito", si legge nella nota dell'Ue. (AGI - Agenzia Italia)

La Commissione europea ha aperto una procedura d’infrazione contro l’Italia sostenendo che per i mutui dovrebbero essere garantiti maggiore concorrenza e costi più bassi. La direttiva, secondo quanto ricorda la Commissione, ha l’obiettivo di aumentare la protezione dei consumatori nel settore dei mutui, promuovendo la concorrenza e aprendo i mercati nazionali agli intermediari. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr