Djokovic batte Nadal: "Una delle tre partite migliori della mia carriera"

La Gazzetta dello Sport SPORT

Ecco le sue parole dopo una vittoria che potrebbe risultare decisiva per le sorti del suo torneo

Novak Djokovic batte in semifinale l'ostacolo tradizionalmente più insuperabile al Roland Garros: Rafa Nadal.

(La Gazzetta dello Sport)

La notizia riportata su altre testate

Djokovic ha poi parlato dell’andamento del match: “Rafa mi aveva battuto negli 8 precedenti qui, così ho cercato di prendere alcune cose della mia vittoria del 2015. Rafa ha perso tre volte in venti anni qui, è stato il tennista più dominante della storia del Roland Garros e batterlo qui è come scalare l’Everest. (Virgilio Sport)

In conferenza stampa il tennista serbo soddisfatto ha iniziato così: "Senza dubbio è stata la mia miglior gara disputata in tutta la mia storia al Roland Garros. Una vittoria straordinaria per Djokovic che domenica avrà la possibilità di raggiungere il suo diciannovesimo Slam ed essere il primo tennista della storia ad ottenere due successi in tutti i tornei del Grande Slam. (Tennis World Italia)

Tre le gare in programma oggi dopo l'eesordio dgeli azzurri: alle 15 Scozia-Svizzera, 18 Danimarca-Finlandia e alle 21 Belgio-Russia. Oggi altre tre gare. (Corriere dello Sport.it)

Quella che il numero uno del mondo giocherà domani contro Stefanos Tsitsipas sarà, infatti, la ventinovesima finale di un torneo dello Slam per il serbo. Nella storia del Gioco, soltanto Roger Federer può vantare – per ora – un numero migliore: lo svizzero guida questa speciale classifica a quota 31, mentre Nadal insegue a 28. (Tennis World Italia)

port nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. (OA Sport)

E’ stata una di quelle partite che ricordi per sempre, sicuramente una delle tre migliori della mia vita. Ma nessuno avrebbe immaginato che i due, alla 58esima sfida in carriera, sarebbero riusciti a tirare fuori un’altra partita da leggenda come quella di ieri notte al Roland Garros. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr