Modello Cila per il superbonus 110, tutte le novità

idealista.it/news ECONOMIA

La Conferenza Unificata ha dato il via libera al modello Cila per il superbonus 110 per cento.

Ma cosa deve essere indicato nel modello Cila per il superbonus 110 per cento?

Autore: Redazione. E' stato dato il via libera al nuovo modello Cila per il superbonus 110 per cento.

Per avviare gli interventi relativi al superbonus 110 per cento è ora sufficiente la Cila.

Il modello Cila per il superbonus 110 per cento, disponibile dal 5 agosto, è valido su tutto il territorio nazionale. (idealista.it/news)

Se ne è parlato anche su altri media

Il modulo (sotto allegato) il 4 agosto ha ricevuto il via libera definitivo della Conferenza unificata e sarà unico per tutta Italia e per comodità è stato già battezzato modulo Cilas (Cila + Superbonus). (Studio Cataldi)

Superbonus: il nuovo modello CILA. Sul sito internet del Dipartimento della funzione pubblica è stato reso disponibile il nuovo modello unificato da adottare a livello nazionale per la Comunicazione asseverata di inizio attività (cosiddetta CILA) ai fini della detrazione Superbonus 110%. (Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook, formulari e videoconferenze accreditate)

Il Superbonus 110% rappresenta un successo per due motivi: ha contribuito a rilanciare la filiera edile, che veniva da un periodo complicato, e sta aiutando il Paese a raggiungere gli obiettivi di sicurezza sismica e di efficienza energetica. (Il Friuli)

Superbonus: i vantaggi della nuova Cila. Per chi vuole beneficiare del superbonus 110%, la nuova Cila sarà, dunque, essenziale. (La Legge per Tutti)

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha anticipato i dettagli su come compilare il modello e quali documenti allegare: vediamoli insieme. La nuova CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata), introdotta con il decreto Semplificazioni con l’obiettivo di velocizzare i tempi burocratici legati all’ottenimento del Superbonus, entrerà ufficialmente in vigore da giovedì 5 agosto. (I-Dome.com)

Gli interventi trainanti previsti dal Superbonus. Innestare un circolo virtuoso che da una parte promuova la riqualificazione del patrimonio edilizio italiano, dall’altro rappresenti uno stimolo all’economia del nostro paese favorendo investimenti. (ingenio-web.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr