Junior Cally: “Soffro di DOC, sono alcolista e dipendente dal sesso. Entro in rehab”

Junior Cally: “Soffro di DOC, sono alcolista e dipendente dal sesso. Entro in rehab”
Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

Sono un alcolista e, come già sapete, soffro da anni di DOC (disturbo ossessivo compulsivo).

Ho deciso insieme allo psicologo che mi segue da tanto tempo che l’unica soluzione è quella di isolarmi per un po’

Poi, la rivelazione scottante: “Anche il sesso è diventato una malattia, una dipendenza da curare, perché anche quello è diventato compulsivo, incontrollabile, irrefrenabile.

Nei momenti più bui di questo ultimo periodo, dove il DOC tornava ad essere padrone della mia vita trovavo rifugio nel bicchiere. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

“Sono un alcolista e soffro da anni di DOC (disturbo ossessivo compulsivo)” scrive oggi sui social Junior Cally, “Nei momenti più bui di questo ultimo periodo, dove il DOC tornava ad essere padrone della mia vita trovavo rifugio nel bicchiere. (L'HuffPost)

Junior Cally va in rehab: “Sono alcolizzato e soffro di disturbo ossessivo compulsivo” “Sono un alcolista e, come già sapete, soffro da anni di DOC (disturbo ossessivo compulsivo)”: nell’annunciare titolo e data di uscita del nuovo album Junior Cally ha anche spiegato di dover andare in riabilitazione per cercare di riprendersi dagli ultimi due anni, “prima che sia troppo tardi”. (Music Fanpage)

Anche il sesso è diventato una malattia, una dipendenza da curare, perché anche quello è diventato compulsivo, incontrollabile, irrefrenabile. «Senza girarci intorno: sono un alcolista e, come già sapete, soffro da anni di disturbo ossessivo compulsivo. (Vanity Fair Italia)

Junior Cally: “Entro in rehab, sono alcolista e dipendente dal sesso”

"Due anni da incubo, non sono invincibile". Classe 1991, vero nome antonio signore, l'artista di Focene (Roma) rivela oggi di soffrire di disturbo ossessivo compulsivo, di dipendenza dall’alcol e dal sesso. (Today.it)

"Anche il sesso è diventato una malattia - prosegue l'artista - una dipendenza da curare, perché anche quello è diventato compulsivo, incontrollabile, irrefrenabile. Spero di riuscire a farvi incontrare una versione di me migliore, una persona che non accarezza la morte con un bicchiere in mano", ha chiuso Junior Cally. (Yahoo Notizie)

Pensavo di essere forte e solido a sufficienza per superarla facilmente e invece no, a distanza di quasi due anni mi ritrovo ancora qui a leccarmi le ferite. Junior Cally torna sulle scene con un nuovo album dal titolo “Un passo prima”, che sarà disponibile da venerdì 10 settembre su tutte le piattaforme e negli store fisici. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr