Inflazione, imprese italiane più attrezzate rispetto agli anni ’80. L’analisi di Mediobanca

Wall Street Italia ECONOMIA

L’Area Studi Mediobanca ha diffuso la nuova edizione dei “Dati Cumulativi”, un’indagine annuale sulle società industriali e terziarie italiane di grande e media dimensione analizzate nel decennio 2013-2022. All’interno dello studio, condotto su un campione di 2.150 imprese, viene presentata una comparazione tra l’inflazione del 1980 e quella attuale in termini di impatto sulle aziende. Vediamo cosa emerge dall’analisi. (Wall Street Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

La conferma di questo impoverimento è contenuta nell’indagine annuale di Mediobanca sui cont… Nel 2022 terribile del caro materie prime le imprese italiane sono riuscite a difendere o addirittura incrementare i margini di profitto. (la Repubblica)

Nel 2022, con una crescita dei prezzi al consumo annuale dell’8,1%, le imprese hanno ottenuto risultati nel complesso positivi, che mostrano una certa resilienza. L’industria e la manifattura italiane resistono all’inflazione. (Milano Finanza)

Diverso il caso per i fatturati delle aziende che battono l’inflazione al sul filo di lana, grazie ad aumenti a doppia cifra che scaricano, se non tutti, almeno buona parte degli aumenti dei costi sui consumatori, consentendo alla redditività di non dare segnali di affaticamento. (Il NordEst Quotidiano)

Avete presente la lagna contro l'aumento dei prezzi che questo o quell'imprenditore italiano finisce per attaccare in uno degli innumerevoli talk show televisivi? Avete presente gli alti lai che da un paio d'anni a questa parte si levano dalle parti di Confindustria contro la sciagura dell'inflazione? Bene, derubricatele a puro intrattenimento, a un po' di vittimismo di maniera per nascondere come stanno davvero le cose. (L'HuffPost)

Lo riporta uno studio di Mediobanca. Invece, tenendo conto dell'aumento dei prezzi, il potere d'acquisto dei lavoratori è crollato. (Fanpage.it)

Economia Industria e terziario, lievitano i ricavi nominali (+48%) ma la crescita reale è modesta (+0,6%) (VeneziePost)