Risalita Covid, super lavoro per le Usca. In Terapia intensiva un 33enne

Libertà INTERNO

Nelle ultime ore è entrato anche un uomo di 33 anni, non vaccinato.

I casi registrati nell’ultimo bollettino regionale sono risaliti a quota 22 mentre per il secondo giorno consecutivo l’ospedale fa registrare un nuovo accesso nei reparti di terapia intensiva: ora i pazienti sono tre.

Contestualmente sono balzati alle stelle anche i casi sospetti da sottoporre alle visite delle Usca.

E non c’erano i vaccini” osserva Anna Maria Andena, direttrice del dipartimento Cure primarie dell’Ausl

Così l’Ausl è corsa ai ripari più che raddoppiando il numero delle squadre a domicilio che da una sono passate a tre. (Libertà)

Su altri media

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 41 nuovi casi, seguita da Rimini (33) e Piacenza (31); poi Reggio Emilia (28), Modena (20), Parma (13), Ravenna (11) e Ferrara (10). Nessun decesso per il 27esimo giorno consecutivo, tre pazienti ricoverati in terapia intensiva (stesso dato di ieri). (piacenzasera.it)

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 1 a Parma (invariato), 4 a Modena (invariato), 5 a Bologna (+1), 1 a Ferrara (invariato), e 1 a Rimini (invariato). (Libertà)

Dalle analisi risulta inoltre che “sembra ora sotto controllo situazione a Napoli e ad Ascoli Piceno, due delle cinque sorvegliate speciali assieme a Caltanissetta, Lodi e Verona, dove invece la situazione è peggiorata” Piacenza all’ottavo posto tra le province italiane con l’incidenza di contagio da covid più alta nell’ultima settimana: sono 35 i casi ogni 100mila abitanti. (piacenzasera.it)

Scendono a due i ricoverati al Maggiore di Novara, è questo il bollettino comunicato nella giornata di oggi, venerdì 16 luglio. I ricoverati in terapia intensiva sono 3(-1 rispetto a ieri). (NovaraToday)

Se i numeri dei potenziali sospesi all’Ausl di Piacenza fossero confermati, anche dopo l’ultimo controllo che verrà eseguito a breve (nel frattempo qualcuno potrebbe averci ripensato), l’azienda dovrà provvedere alla sostituzione di tutto il personale non più in servizio, un problema non da poco, vista la carenza di medici e di operatori sanitari (piacenzasera.it)

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 1 a Parma (invariato), 4 a Modena (invariato), 5 a Bologna (+1), 1 a Ferrara (invariato), e 1 a Rimini (invariato). (Libertà)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr