Green pass obbligatorio al lavoro, come devono avvenire i controlli: le regole

Green pass obbligatorio al lavoro, come devono avvenire i controlli: le regole
Sky Tg24 INTERNO

Lavoratore senza Green pass: quali provvedimenti deve prendere il datore di lavoro?

Il datore di lavoro che non controlla il rispetto delle regole sul Green pass "rischia una sanzione amministrativa che va da 400 a 1.000 euro".

Il datore di lavoro deve poi effettuare una segnalazione alla Prefettura ai fini dell’applicazione della sanzione amministrativa

Quali sanzioni rischia il lavoratore senza Green pass?

Il lavoratore che accede al luogo di lavoro senza Green pass "è soggetto, con provvedimento del Prefetto, a una sanzione amministrativa che va da 600 a 1.500 euro. (Sky Tg24)

La notizia riportata su altri media

Confartigianato: "momento delicato, importante informare". La normativa sarà valida fino al 31 dicembre 2021, quando dovrebbe terminare lo stato di emergenza sanitaria, che non è escluso però venga ulteriormente prorogato (Senigallia Notizie)

Green pass, i sindacati: "Abbiamo chiesto il rinvio, ma il Governo ci ha detto no". Green pass, i sindacati: "Abbiamo chiesto il rinvio, ma il Governo ci ha detto no". L'APPELLO. Green pass, i sindacati: "Abbiamo chiesto il rinvio, ma il Governo ci ha detto no". (Gazzetta del Sud)

La verifica del rispetto delle norme spetta ai datori di lavoro che dovranno definire, entro domani, le modalità operative per l'organizzazione delle verifiche. Da domani e fino al 31 dicembre per accedere al proprio posto di lavoro sarà obbligatorio esibire il Green pass (che si ottiene anche solo dopo la prima dose del vaccino o con un tampone eseguito almeno 48 ore prima). (La voce di Rovigo)

Green Pass, Uil: “Il governo rifiuta la richiesta di rinvio”. Intanto salta il limite di anticipo dei controlli

Ma anche problemi per quanto riguarda il trasposto merci. Domani primo giorno di Green Pass. (Gazzetta di Parma)

«Abbiamo chiesto di rinviare l'applicazione del Green Pass almeno fino alla fine di ottobre, ma la risposta è stata negativa. Verificheranno nelle prossime ore». (La Stampa)

L’unica ‘limatura’ che in queste ore si valuta a palazzo Chigi riguarderebbe un intervento sul credito di imposta per andare a ‘scontare’ ulteriormente il prezzo dei tamponi. L’obbligo di Green pass per tutti i dipendenti pubblici e privati entrerà in vigore “dal 15 ottobre” e non si torna indietro. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr