Addio punture: gli scienziati lanciano il primo test della glicemia indolore

Addio punture: gli scienziati lanciano il primo test della glicemia indolore
Futuroprossimo SALUTE

Dastoor afferma che il sensore potrebbe essere sviluppato per tracciare ben 130 fattori tra cui marcatori tumorali, ormoni e allergeni

È la prima, grande innovazione nel campo da quando è stato sviluppato il test della glicemia negli anni ’60.

Paul Dastoor, Università di Newcastle, leader della ricerca. Test glicemia “dolce”: non è stato facile. Con concentrazioni di glucosio nella saliva 100 volte inferiori a quelle del sangue, la missione di un test glicemia indolore era più facile a dirsi che a farsi. (Futuroprossimo)

La notizia riportata su altri giornali

Inoltre, alcuni lavori hanno evidenziato che i pazienti Covid hanno manifestato disturbi del controllo della glicemia anche dopo aver superato l’infezione da nuovo coronavirus. I pazienti Covid che prima dell’infezione avevano una glicemia normale presentano spesso un aumento dei valori della glicemia durante la malattia. (MeteoWeb)

Prima di iniziare il trattamento il 67,3% dei soggetti era trattato con insulina basale e il 9,9% con GLP-1 agonisti (il 5,5% come combinazioni libere). Sono i risultati dello studio italiano di real world ENSURE, presentati sotto forma di abstract al congresso dell'American Diabetes Association (ADA) 2021. (PharmaStar)

“Queste evidenze cliniche – afferma Giorgino – suggeriscono la necessità di ulteriori indagini sulle anomalie metaboliche nel contesto del long-Covid Inoltre “la tempesta delle citochine scatenata dall’infezione da nuovo coronavirus può favorire squilibri metabolici e alterazioni del controllo della glicemia”, spiega Giorgino. (Nutri & Previeni)

Covid e diabete, rischi anche a lungo termine

Long Covid aumenta il rischio di diabete: coronavirus incide anche sui livelli di glicemia. Ci sono diversi studi che confermano che il coronavirus che causa Covid 19 possa colpire anche le cellule del pancreas. (Ok Salute e Benessere)

I pazienti Covid che prima dell'infezione avevano una glicemia normale presentano spesso un aumento dei valori della glicemia durante la malattia. Anche le anomalie glicemiche possono essere osservate per almeno 2 mesi nei pazienti guariti da Covid (Today)

“Inoltre, alcuni lavori hanno evidenziato che i pazienti Covid hanno manifestato disturbi del controllo della glicemia anche dopo aver superato l’infezione da nuovo coronavirus. I pazienti Covid che prima dell’infezione avevano una glicemia normale presentano spesso un aumento dei valori durante la malattia. (Fortune Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr