Omicidio a Voghera, la sorella della vittima: “Mio fratello è stato ucciso e l’assassino è a casa”

Omicidio a Voghera, la sorella della vittima: “Mio fratello è stato ucciso e l’assassino è a casa”
Notizie.it INTERNO

È stato ammazzato davanti alle persone e questa persona si trova a casa sua.

La sorella della vittima dell’omicidio di Voghera, un uomo di 39 anni ucciso da un colpo di pistola esploso dall’assessore alla Sicurezza Adriatici, ha espresso il lacrime il suo disappunto per il fatto che suo fratello sia stato ucciso e l’assassino “si trova a casa sua che dorme“.

Io voglio sapere se qua in Italia ammazzare o sparare è una cosa legale“

La sorella della vittima dell'omicidio di Voghera non si dà pace per quanto accaduto e continua a chiedersi perché Adriatici fosse armato. (Notizie.it )

Su altre testate

Il ferito è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale di Voghera (Pavia). L'assessore ha esploso un colpo di pistola verso l'uomo di origini marocchine dopo una lite tra i due, avvenuta davanti a un bar. (iL Meteo)

Voghera, Salvini: "Normale girare con la pistola se si ha regolare porto d'armi". ouns El Boussetai, il 39enne marocchino ucciso con un colpo di pistola dall'Assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici sarebbe stato sottoposto a un Tso (trattamento sanitario obbligatorio) tre settimane fa. (Yahoo Finanza)

Il luogo dove il 39enne è stato ucciso (Photo: Ansa). Youns El Boussetai, il 39enne marocchino ucciso con un colpo di pistola dall’Assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici sarebbe stato sottoposto a un Tso (trattamento sanitario obbligatorio) tre settimane fa. (Yahoo Finanza)

Voghera, la sorella della vittima chiede giustizia: “Assessore ha sparato al petto, voleva ucciderlo”

Le parole della sorella di Youns El Bossettaoui. Durante la trasmissione Zona Bianca su Rete 4 ha parlato la sorella del 39enne: “Mio fratello – racconta in lacrime – è stato sparato e l’assassino si trova a casa sua che dorme. (Blitz quotidiano)

L’assessore lo vede davanti al bar mentre dà fastidio ad altre persone. L’assessore viene portato nella caserma dei carabinieri della città, dove alla presenza dell’avvocato, Adriatici rilascia dichiarazioni e risponde puntualmente alle domande del magistrato, il sostituto procuratore Roberto Valli (QUOTIDIANO NAZIONALE)

“Non è vero che era un senzatetto, non è vero che non ha nessuno, è stato ammazzato senza aver fatto nulla, chiedo giustizia“, ha detto la sorella. “La mia famiglia è tutta italiana, abbiamo tutti la cittadinanza, la residenza, lavoriamo” (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr