Covid Giappone, lo studio: la Delta si sta auto-estinguendo

Covid Giappone, lo studio: la Delta si sta auto-estinguendo
Altri dettagli:
Quotidiano.net SALUTE

Buone notizie anche sul fronte dei decessi, che sono stati due, e dagli ospedali dove i pazienti ricoverati in gravi condizioni stanno diminuendo progressivamente e ora sono 58.

Secondo una teoria proposta da Ituro Inoue, professore al National Institute of Genetics, la "variante Delta in Giappone ha accumulato troppe mutazioni a carico della proteina nsp14 per correggere gli errori del virus che hanno innescato l'autodistruzione"

Ma, come riporta il Japan Times, secondo uno studio condotto dai ricercatori del National Institute of Genetics e della Niigata University, numeri così bassi si spiegano anche per un'errore della variante Delta che la starebbe portando all'auto-estinzione. (Quotidiano.net)

Su altre fonti

Gli scienziati giapponesi hanno formulato questa ipotesi sulla variante Delta di SARS-CoV-2 durante un’analisi dell’impatto dell’enzima APOBEC3A contro la proteina nps14. “La variante Delta in Giappone era altamente trasmissibile e aveva soppiantato le altre varianti. (Meteo Web)

Il Giappone ha subito la sua più grande ondata di Covid alla fine dell’estate, con un picco di circa 23.000 casi al giorno ad agosto. Il professor Inoue afferma che il virus ha lottato per riparare gli errori e continuare a replicarsi, ma alla fine ha causato la propria “autodistruzione” (Mantovauno.it)

L'annuncio diffuso dal Japan Times, che dovrà essere confermato da studi più approfonditi, è stato accolto con clamore dai media internazionali, tuttavia in molti l'hanno mal interpretato, vedendo nella potenziale sparizione della variante Delta (B. (Scienze Fanpage)

Variante Delta scomparsa in Giappone. L'ipotesi dell'«autodistruzione» dietro il rapido calo dei contagi

La variante delta in Giappone ha accumulato troppe mutazioni alla proteina non strutturale che corregge gli errori del virus, chiamata nsp14. Pubblicità Pubblicità. . Gli studi hanno dimostrato che più persone in Asia hanno un enzima di difesa chiamato APOBEC3A che attacca i virus RNA, tra cui il virus SARS-CoV-2 che causa la COVID-19, rispetto alle persone in Europa e Africa. (la VOCE del TRENTINO)

Nel frattempo, qualcuno inizia a domandarsi se la Delta sarà l’ultima “super variante” del Covid. Dall’esplosione di casi alla sparizione: così in Giappone la variante Delta si starebbe “auto-estinguendo”. (L'HuffPost)

La variante Delta è la mutazione più diffusa di coronavirus a livello globale ed è ritenuta più trasmissibile rispetto al ceppo originale del virus cinese comparso a "Wuhan" dalla fine del 2019. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr