L'incidente della sedia mancante sembra tanto un messaggio di Erdogan

L'incidente della sedia mancante sembra tanto un messaggio di Erdogan
AGI - Agenzia Italia ESTERI

Ne è convinto Massimo Sgrelli, per quindici anni capo del cerimoniale a Palazzo Chigi e oggi consulente per istituzioni e aziende su tutti quello che riguarda il protocollo.

In particolare nei regimi autoritari è ampiamente utilizzato per esaltare il leader o comprimere gli avversari, mentre nelle democrazie cerca di creare un'armonia generale".

Le regole del cerimoniale diplomatico internazionale hanno oltre duecento anni: discendono dal trattato di Vienna del 1815 e sono valide per tutti, per questo è impossibile attribuire l'incidente a al 'protocollo turco' conclude Sgrelli

Se, al contrario, resterà al suo posto, sarà il segnale che quello che il presidente turco ha voluto mandare è un messaggio chiaro". (AGI - Agenzia Italia)

Ne parlano anche altri giornali

Martedì scorso, Charles Michel e Ursula von der Leyen sono andati a trovare Erdogan, su mandato del Consiglio Europeo del 25 marzo, che li ha incaricati di cercare un riavvicinamento condizionato con Erdogan. (Il Fatto Quotidiano)

Nelle due ore di colloqui von der Leyen non ha esitato a sottolineare che "la Turchia deve rispettare i diritti umani", dicendosi "molto preoccupata dal ritiro della Turchia dalla Convenzione di Istanbul" contro la violenza sulle donne. (Sky Tg24 )

Altrimenti tutto il dibattito sul ruolo europeo, sulle interlocuzioni con altre culture e sulla promozione delle libertà, resterà lettera morta Il capo della Commissione Ue avrebbe dovuto fare un gesto forte, non scortese, ma fermo e deciso. (Il Fatto Quotidiano)

Erdogan-Von der Leyen, una poltrona per due (e un segnale all'Europa)

"Il comportamento di Erdogan contro la presidente della Commissione europea Von der Leyen è assolutamente vergognosa ed inaccettabile "Le richieste e i suggerimenti della parte dell'UE - ha aggiunto - sono state soddisfatte nel protocollo implementato durante la riunione". (Sputnik Italia)

Von der Leyen ha capito al volo e non ha gradito se è vero che il suo portavoce Eric Mamer in conferenza stampa ha raccontato come sia rimasta “sorpresa” e dopo la «sorpresa, Von der Leyen ha deciso di andare avanti, dando priorità alla sostanza dell’incontro più che al protocollo». (left)

Il tutto, a pochi giorni di distanza dal ritiro della Turchia dalla convenzione internazionale sui diritti delle donne, siglata proprio a Istanbul. Tanto più che sono onorato di partecipare a questo progetto europeo, di cui due grandi istituzioni Ue su quattro sono guidate da donne, Ursula von der Leyen e Christine Lagarde (presidente della Bce) (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr