Ex Embraco, presidio dei lavoratori a Torino: “Vogliamo risposte”

Ex Embraco, presidio dei lavoratori a Torino: “Vogliamo risposte”
LaPresse ESTERI

In piazza Castello il sit-in a 18 giorni dai licenziamenti che dovrebbero scattare il 25 aprile. Presidio dei lavoratori ex Embraco mercoledì 7 aprile in piazza Castello a Torino, davanti alla Prefettura.

Il presidio è stato organizzato dalle sigle sindacali Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm, Uglm di Torino a 18 giorni dai licenziamenti che scatteranno il 25 aprile, per ribadire al Governo la richiesta di un tavolo che abbia l’obiettivo di dare continuità al progetto Italcomp

“Sono tre anni che aspettiamo, siamo stanchi” dicono i lavoratori. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

Ebbene, il colosso di Seattle ne ha dato conferma: in alcune circostanze, coloro che guidano i corrieri potrebbero infatti essere costretti a urinare nelle bottiglie per non perdere tempo con le consegne dei pacchi. (Webnews.it)

Un altro problema per il Paese è l’orizzonte della fine del blocco degli sfratti che è fissata al 30 giugno Un mondo che difficilmente potrà essere risollevato dai 20 miliardi di euro del Recovery plan che potrebbero arrivare quest’anno. (Yahoo Finanza)

L’adozione del Codice di Comportamento dei dipendenti rappresenta una delle principali azioni ed è finalizzata all’attuazione delle strategie di prevenzione della corruzione: la predisposizione del Codice costituisce, pertanto, elemento essenziale del Piano triennale per la Prevenzione della Corruzione. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Usa, Amazon ammette: dipendenti costretti a fare pipì in bottiglie

Iniziate a riconoscere le condizioni di lavoro inappropriate che avete creato per tutti i vostri dipendenti» La società è stata quindi costretta a fare dietrofront: «Dobbiamo delle scuse a Pocan», ha detto. (Gazzetta del Sud)

Se fosse vero, ha twittato l’azienda, “nessuno lavorerebbe per noi.”. (Bisognino). Amazon aveva letteralmente preso in giro il deputato statunitense Mark Pocan, che aveva sostenuto che i lavoratori dell’azienda, soprattutto i fattorini, PER GLI ORARI INUMANI IMPOSTI DALLA MULTINAZIONALE, SONO COSTRETTI A URINARE NELLE BOTTIGLIE PER RISPARMIARE TEMPO. (IlTrigno.net)

In queste ultime settimane sono uscite parecchie notizie non esattamente positive per Amazon, soprattutto dagli Stati Uniti. Amazon è cresciuta tantissimo e spesso quando un qualcosa cresce così tanto, le parti negative si gonfiano con esse (Tecnoandroid)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr