Sardara: "Questo è il mio ultimo anno alla Dinamo"

Sardara: Questo è il mio ultimo anno alla Dinamo
Approfondimenti:
Il Tamburino Sardo SPORT

L’impegno non è più compatibile con il mio lavoro, con la famiglia e con gli hobby – ha concluso il presidente della Dinamo – devo lasciare qualcosa e non posso certo lasciare il lavoro”.

“Questo sarà il mio ultimo anno da proprietario e da presidente della Dinamo, sono felice di quanto fatto in questi dieci anni ma è ora che qualcun altro prenda in mano la società”.

“Siamo molto soddisfatti di questa stagione sul piano sportivo – ha detto Sardara – e dei risultati economici resi possibili dal lavoro della società, del marketing e della comunicazione, nonostante il disavanzo prodotto dalla pandemia e dall’assenza del pubblico. (Il Tamburino Sardo)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ha così concluso il presidente della Dinamo Devo lasciare qualcosa e non posso certo lasciare il lavoro." (Corriere dello Sport.it)

Sono contento e orgoglioso dell’esperienza fatta e dei risultati raggiunti - conclude Stefano Sardara - e ora son contento di passare il testimone a chi verrà". È la ragione per cui questo sarà il mio ultimo anno da presidente e da proprietario, oggi inizia il mio ultimo campionato. (BuongiornoAlghero.it)

Il presidente del club sardo "Prima di cedere riporto conti in salute" SASSARI (ITALPRESS) - "Sarà il mio ultimo anno da presidente della Dinamo. È arrivato il momento di cedere la mano, tra un anno ci sarà un altro al posto mio e spero che possa metterci la stessa passione". (Tiscali.it)

A2 - Stefano Sardara su Torino "Potremmo rimanere in A2"

Sono contento e orgoglioso dell’esperienza fatta e dei risultati raggiunti e ora son contento di passare il testimone a chi verrà" La disamina si sposta però sul lato societario: “Lato societario invece è stato un anno molto difficile, il primo anno difficile della società poiché abbiamo avuto un disavanzo importante. (Basketmarche.it)

Abbiamo fatto una grande stagione seppur con tutte le difficoltà che già ben conoscete”. Sono contento e orgoglioso dell’esperienza fatta e dei risultati raggiunti e ora son contento di passare il testimone a chi verrà” (Sardegnagol - la testata delle politiche giovanili in Sardegna)

Quindi laddove si verificasse l'opportunità di avere un territorio attivo, come me gli stessi turchi faranno un passo indietro", ha detto Sardara "Torino l'ho presa tre anni fa come impegno con le istituzioni, sportive e politiche, perché era giusto che Torino avesse la chance di avere una squadra in Serie A. (Pianetabasket.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr