La Giordania accusa Hamzah: «Ha attentato alla sicurezza del regno»

La Giordania accusa Hamzah: «Ha attentato alla sicurezza del regno»
Corriere del Ticino ESTERI

Attentato alla sicurezza nazionale e collegamenti con servizi stranieri.

Poi ha attaccato Hamzah i cui video hanno «distorto i fatti, invocando simpatia locale e straniera»

Al tempo stesso - ha aggiunto - «le offrivano immediatamente un aereo per lasciare la Giordania per un paese straniero».

Poi ha rivelato che «i servizi di sicurezza hanno monitorato una persona con collegamenti a servizi di sicurezza stranieri che comunicavano con la moglie del principe Hamzah». (Corriere del Ticino)

Su altri media

Tra queste c’è anche Hamzah bin Hussein, ex principe ereditario e fratellastro del re, che tramite il suo avvocato ha diffuso un video in cui dice di essere stato messo agli arresti domiciliari. L’arresto di Hamzah bin Hussein è un evento rilevante. (Rolling Stone Italia)

I servizi di sicurezza Secondo il governo giordano, Hamzah - primogenito della regina Nur, quarta moglie del defunto re Hussein – ha intrattenuto rapporti con “elementi stranieri e oppositori” interni “con l’obiettivo di destabilizzare il governo e la famiglia reale”. (Zazoom Blog)

Giordania: chi è il principe Hamza, l’autore del complotto contro il Re (Di lunedì 5 aprile 2021) I giochi per la conquista del trono della Giordania hanno ormai messo in difficoltà la stabilità del paese. (Zazoom Blog)

Giordania: Re Mohammed VI parla con Re Abdullah II

“Questi erano sforzi che minacciavano la sicurezza e la stabilità della Giordania, e questi sforzi sono stati sventati”, ha dichiarato in una conferenza televisiva al-Safadi il giorno dopo gli arresti. (ticinolive)

Hamzah (nato nel 1980) fu nominato da Abdallah Principe della Corona nel 1999. Tra questi c’è anche il fratellastro del monarca, il principe Hamzah bin Hussein, anche se Amman lo ha negato ufficialmente pur confermandone il coinvolgimento. (Il Fatto Quotidiano)

Secondo il documento, il Re Abdallah II ha condiviso con il Re Mohammed VI dati rassicuranti sulla situazione nel suo Paese. (Mediterranews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr