Thailandia, al supermercato spunta un varano (di 2 metri)

Quotidiano di Puglia ESTERI

Una lucertola gigante, una delle più belle creature del pianeta.

Certo vederla tra gli scaffali di un supermercato non è molto poetico ma questo è quello che è accaduto a Nakhon Pathom, in Thailandia.

Non abbastanza però da farle ritrovare la strada di casa, grazie anche all'aiuto di alcuni veterinari giunti sul posto

Un varano di 2 metri è riuscito alla fine a uscire dal negozio nel quale è entrato nonostante le urla dei clienti abbiamo spaventato la lucertola. (Quotidiano di Puglia)

Su altri media

E forse lo pensavano anche i clienti L'articolo è apparso prima sul sito ViaggiNews.com Fare la spesa è un’operazione quotidiana senza arte nè parte, non c’è niente di particolarmente avventuroso nel procurarsi cibo confezionato in un, pagare e tornarsene a casa. (Zazoom Blog)

A giudicare dalle immagini, il bestione del supermercato si difendeva bene in quanto a taglia. Il rettile è un varano d'acqua asiatico, una specie ampiamente diffusa in tutto il Sud-est asiatico. (QUOTIDIANO.NET)

Jurassic World commenta il video della lucertola gigante a Bangkok: 'Non eravamo noi'… - 1000sfumature : @tartar10001 Bo sembra una lucertola gigante, poi sono pericolosi. L’impiegato del supermercato e i clienti si sono nascosti dietro al bancone, chiamando immediatamente i soccorsi per i quali però hanno dovuto attendere circa un’ora, come raccontato dall’impiegato stesso: “Mai vista una Lucertola così grande in vita mia; è rimasta sullo scaffale per un’ora. (Zazoom Blog)

La squadra di soccorso è arrivata e l’ha cacciata via. E ancora: “Sono animali pericolosi, soprattutto quando sono arrabbiati, quindi sono rimasta indietro ed ho registrato tutto con il mio telefono”. (Il Fatto Quotidiano)

Advertising. ilmetropolitan : ?? L'assalto è avvenuto alcuni giorni fa in un punto vendita 7 - Eleven della città, . (Zazoom Blog)

Leggi su viagginews. (Di giovedì 8 aprile 2021) Una gigantescalunga 1e 80 èta in una cercare cibo, terrorizzando commessi e clienti. E forse lo pensavano anche i clienti L'articolo è apparso prima sul sito ViaggiNews. (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr