Riapertura della scuola: oggi confronto governo-regioni

Riapertura della scuola: oggi confronto governo-regioni
Tecnica della Scuola ECONOMIA

“Questa è una soluzione innovativa che vedo con favore, poi dovremmo fare tutti gli approfondimenti del caso”.

Prevedere “un auto-prelevamento del campione da parte dello studente aiuta moltissimo e può permettere di svolgere i test in modo più massivo”.

Dalle Regioni c’è la massima disponibilità, ma bisogna avere la consapevolezza che limiti fisici come la disponibilità dei mezzi non si possono superare”. (Tecnica della Scuola)

Su altri media

Nel pass saranno indicati il certificato vaccinale, quello di avvenuta guarigione nei sei mesi precedenti o l'esito del tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Non sarà però sicuramente pronto per il 26 aprile: dovrebbe diventare operativo tra giugno e luglio. (Sky Tg24 )

"La situazione è rimasta identica sul piano nazionale", attaccano. Per i sindacati "aumentare la percentuale degli alunni in presenza al 100% senza correttivi rappresenta una mossa azzardata". "Il Governo non ha rappresentato ancora quel cambio di rotta atteso dalla comunità educante, la situazione è rimasta identica sul piano nazionale", scrivono le sigle sindacali. (Sky Tg24 )

L’episodio non sarebbe l’unico: alla Procura della Repubblica sarebbero stati presentati diversi esposti di genitori contro altri genitori per aver mandato i figli a scuola in attesa di esito del tampone Il fatto è accaduto lo scorso 8 aprile, quando la madre si era recata a scuola per riportare a casa la bambina perché risultata positiva. (Orizzonte Scuola)

Mandano a scuola figlia positiva a Coronavirus/ Epidemia colposa, genitori denunciati

La scorsa settimana, come detto, erano state 9 le classi isolate, dopo che i 740 tamponi processati avevano evidenziato 92 positivi Nei sette giorni appena trascorsi sono stati effettuati 799 tamponi (per un totale di 50843 da inizio anno scolastico), 94 dei quali sono risultati positivi: questo elemento ha portato le autorità sanitarie locali a disporre la quarantena per le 72 classi. (BergamoNews.it)

“Scuola in presenza non può essere sinonimo di verifiche in massa, gli studenti non ce la fanno più. (LaPresse) – Sulla scuola in presenza “l’ennesimo cambio non ci fa bene. (LaPresse)

La risposta va ricercata nella positività del padre al virus, condizione in base alla quale anche la “piccola” di casa era stata testata per timore (rivelatosi poi, purtroppo, fondato) che avesse contratto l’infezione da Covid-19. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr