Enna – Percepivano il reddito di cittadinanza 13 soggetti indagati di traffico di droga

Enna – Percepivano il reddito di cittadinanza 13 soggetti indagati di traffico di droga
dedalomultimedia.it INTERNO

Complessivamente lo Stato italiano elargiva circa 10 mila euro al mese a tali soggetti che, pur non espletando ufficialmente alcuna attività lavorativa, beneficiavano dell'assegno "dedicandosi" al traffico di stupefacenti.

di Piazza Armerina hanno consentito di accertare che 13 dei 23 soggetti coinvolti nell'operazione di polizia giudiziaria, tutti arrestati, percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. (dedalomultimedia.it)

Su altre fonti

Ma qualcosa è andato storto, e l’uomo è riuscito a liberarsi e a dare l’allarme Il colpo è stato pianificato ai giardinetti: hanno legato i polsi del portiere, poi sono fuggiti in monopattino. (LaPresse)

Leggi anche: Europa, i cittadini italiani sono quelli che risparmiano di più. L’Unione Europea, pertanto, invita ad allargare l’ammortizzatore sociale e rafforzarlo economicamente e non solo (Consumatore.com)

Sul posto, i poliziotti rinvengono e sequestrano capi di abbigliamento coincidenti con quelli indossati dai rapinatori Il ventenne viene arrestato per rapina e sequestro di persona. (LaPresse)

Catania: sequestro di persona , estorsioni e rapine, sgominata baby gang

Da ricordare che secondo dati dell’Uil, nella provincia di Ascoli i nuclei richiedenti il reddito di cittadinanza nel 2020 sono stati 2.998 pari allo 0.2% del dato nazionale Gli ambiti di lavoro in cui verranno applicati i PUC – previsti dalla legislazione nazionale sul Reddito di cittadinanza – sono i più vari. (Centropagina)

È il risultato degli accertamenti condotti dopo l’operazione “Fire” della Squadra mobile di Enna per traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni, rapina, sequestro di persona, che ha portato ad una serie di misure cautelari nei confronti di persone quasi tutte di Barrafranca. (Risoluto)

Secondo quanto ricostruito, a luglio si era verificato un sequestro di persona alle giostre del litorale ripostese, che è stata anche schiaffeggiata e minacciata. Il capitano Rosati: "Alcuni dei giovani hanno legami di sangue con pregiudicati locali". (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr