Covid, una regione comunica due casi di variante indiana

Covid, una regione comunica due casi di variante indiana
Altri dettagli:
Virgilio Notizie INTERNO

È molto importante aver isolato il virus perché questo permetterà di approfondire gli studi sulla capacità dell’immunità vaccinale di bloccare anche questa variante.

Il ceppo è stato rilevato dall’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata su cittadini indiani rientrati nella regione.

“Tutti i contatti di questi casi – dichiara l’assessore Lopalco – sono stati già individuati dal dipartimento di prevenzione e messi in quarantena. (Virgilio Notizie)

Ne parlano anche altri giornali

Covid, trovato il progenitore del virus Sars-Cov-2. Covid-19: la mappatura effettuata dagli scienziati di Philadelphia. L’animale che per primo ha trasmesso il virus del Covid-19 rimane un mistero. (Money.it)

Il “ritorno” del Wuhan Institute of Virology. Adesso dalla Francia arrivano nuove, pesanti accuse che riabilitano la pista del laboratorio. L’ultimo report stilato dal team inviato in Cina dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, intitolato WHO-convened Global Study of Origins of SARS-CoV-2: China Part. (InsideOver)

Di fronte a una trasformazione epocale e definitiva come quella che stiamo vivendo, le reazioni possibili sono tante. Le abbiamo davanti agli occhi: la maggior parte delle risposte provenienti dalla politica e anche dai cittadini è dettata dallo sgomento e dalla paura, dalla difficoltà di rinunciare alle vecchie abitudini e alla forma che il mondo aveva prima (La Stampa)

Scoperto il "progenitore" del Covid. Da questo è nato il ceppo di Wuhan

Delle numerose mutazioni originatesi dal progenitore denominato proCov 2 faceva parte anche il ceppo che ha innescato il primo focolaio di Wuhan. Proprio gli eventi di dicembre a Wuhan, ha denunciato il professor Kumar, hanno rappresentato e favorito la superdiffusione del virus derivante dal progenitore proCov2, provocando di conseguenza la pandemia (Notizie - MSN Italia)

Delle numerose mutazioni originatesi dal progenitore denominato proCov 2 faceva parte anche il ceppo che ha innescato il primo focolaio di Wuhan. Una nuova scoperta scientifica ha fatto luce sul " progenitore " del Covid-19, evidenziando che l'attuale infezione pandemica deriverebbe da un ceppo originario diffusosi in tutto il mondo molto prima dei fatti di Wuhan. (ilGiornale.it)

La madre di tanta sciagura per i ricercatori ha un nome ben preciso: proCoV2 e una sua prima variante circolava nel mondo già nell’ottobre 2019. Le successive evoluzioni e mutazioni del progenitore nato in Cina hanno dato il via ad una serie di sotto-ceppi di virus diventati dominanti, prendendo nel tempo l'uno il posto dell'altro in Asia ed Europa. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr