Articolo - ItsArt, piattaforma di Stato sanguisuga dei nostri soldi per alimentare danni alla cultura

ADUC ECONOMIA

Articolo. 27 giugno 2022 8:32. CHI PAGA ADUC. l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille). La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile. DONA ORA. Avete presente le difficoltà che un consumatore deve ogni giorno affrontare perché non ha soldi ed è circondato da assatanati che hanno tutti da riprendersi dalla crisi del covid, mentre lo Stato eroga bonus che favoriscono anche la delinquenza (110 edilizia), continua ad incassare tasse e mantenere la sua macchina burocratica al limite della decenza umana, e per farci amministrare ai ballottaggi elettorali di ieri è riuscito a far partecipare poco più del 42%……?Ebbene questo Stato ha un ministro della Cultura (1), Dario Franceschini, che per far capire di esistere si inventa coi soldi nostri una struttura per fare concorrenza a Netflix e dintorni, una piattaforma digitale pubblica per lo streaming di musica, teatro, danza e altri contenuti. (ADUC)

La notizia riportata su altre testate

Di fatto ha dimezzato la sua liquidità, visto che l’impresa era decollata con circa 15 milioni di euro effettivi. Ecco, se il risarcimento è «ItsArt» significa che cultura è tutto ciò che non si può programmare (Corriere della Sera)

Sappiamo come sarebbe finita in un'azienda privata e anche come vanno le cose nello statale e parastatale La scommessa (o l'accordo) era resto qua per un po' e appena posso mi candido a fare altro, segretario di partito, premier, capo dello stato. (Liberoquotidiano.it)

Molte delle coreografie sono state create in esclusiva per gli straordinari danzatori del Balletto di Milano, talenti della danza eclettici e versatili. (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

Tempo fa, Franceschini aveva accusato la tv, pubblica e privata, di aver fatto danni alla cultura, tali da richiedere un risarcimento. Come testimonia «ItsArt», «la Netflix italiana della cultura», secondo la definizione del suo promotore, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. (Notizie - MSN Italia)

Tempo fa, Franceschini aveva accusato la tv, pubblica e privata, di aver fatto danni alla cultura, tali da richiedere un risarcimento. Ecco, se il risarcimento è «ItsArt» significa che cultura è tutto ciò che non si può programmare (Notizie - MSN Italia)

ITsArt è una piattaforma digitale creata per promuovere lo spettacolo e la cultura made in Italy, e che nel disegno inziale del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini avrebbe dovuto essere la Neflix della cultura italiana, ma ad oggi sta subendo dei colpi d’arresto, che già Striscia aveva ampiamente anticipato. (Striscia la notizia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr