Ferito a colpi di pistola nel Bresciano: a sparare un 12enne mandato dal rivale in amore

Ferito a colpi di pistola nel Bresciano: a sparare un 12enne mandato dal rivale in amore
Giornale di Sicilia INTERNO

I militari hanno sequestrato una pistola a tamburo con matricola abrasa.

Dopo aver litigato con la vittima per una ragazza, il 27enne avrebbe incaricato il ragazzino di andare a colpirlo.

È quanto hanno accertato i carabinieri secondo i quali ad armare il minore è stato un 27enne suo parente sottoposto a fermo e ora in carcere con l'accusa di tentato omicidio, ricettazione e detenzione illegale di arma clandestina. (Giornale di Sicilia)

Se ne è parlato anche su altre testate

A sparare all’operaio nella serata di venerdì 2 aprile 2021 è stato un ragazzo di 13 anni. Il 27enne è stato trasferito in carcere, mentre la vittima non si trova in pericolo di vita nonostante l’agguato (News Mondo)

(mi-lorenteggio.com) Milano, 06 aprile 2021 – “La notizia che un irregolare egiziano, con precedenti di atti osceni in luogo pubblico, nella notte di Pasqua abbia tentato di stuprare, a Cinisello Balsamo, una povera ragazza 19enne, è una notizia già di per sé gravissima. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

È quanto hanno accertato i Carabinieri secondo i quali ad armare il minore è stato un 27enne suo parente sottoposto a fermo e ora in carcere con l'accusa di tentato omicidio, ricettazione e detenzione illegale di arma clandestina. (corriereadriatico.it)

Italia, litiga per una ragazza e fa sparare al rivale da un 12enne

Arrestato lo zio - Il 13enne che ha sparato è stato tolto alla famiglia e affidato ai servizi sociali. Quest'ultimo era stato incaricato da uno zio, il quale aveva litigato con la vittima probabilmente per una ragazza. (Notizie - MSN Italia)

La vittima dell’agguato è finito al Civile di Brescia, in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita. Ai Carabinieri della compagnia di Desenzano, in coordinamento con la Procura di Brescia, il compito di indagare. (La Prima Pagina)

Dopo aver litigato con la vittima per una ragazza, il 27enne avrebbe incaricato il ragazzino di andare a colpirlo. Quest’ultimo era stato incaricato da un suo parente il quale aveva litigato con la vittima probabilmente per una ragazza. (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr