Napoli, arrestati sette pakistani: ricettazione per finanziare terrorismo

Napoli, arrestati sette pakistani: ricettazione per finanziare terrorismo
laProvinciaOnline.info ESTERI

Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi

Le attività investigative hanno tratto origine da segnalazioni di operazioni. sospette e dalle conseguenti attività finalizzate alla prevenzione dell’utilizzo. del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento del. terrorismo.

Alle periodiche ricariche seguivano contestualmente bonifici verso altri. (laProvinciaOnline.info)

La notizia riportata su altri media

Attraverso frodi su carte di credito statunitensi e canadesi, messe in atto con il sistema del phishing, accumulavano liquidità su conti correnti italiani per poi effettuare bonifici su rapporti finanziari all’estero, principalmente in Germania, Paesi Bassi e Belgio, intestati a soggetti terzi di origine araba. (La Sicilia)

Operazione della Guardia di Finanza a Napoli nei quartieri della Sanità e al Buvero. finanziavano organizzazioni vicine alle cellule terroristiche islamiche: 7 pakistani arrestati in città. (Cronache della Campania)

7 persone di nazionalità pakistana sono state arrestate e condotte in carcere dalla Guardia di Finanza di Napoli per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e ricettazione. (PUPIA)

Documenti falsi e traffico di denaro: arrestati sette pakistani

ed il Gip ha ritenuto di applicare la misura della custodia cautelare in carcere come richiesto dalla Procura della Repubblica Di conseguenza sono stati contestati i reati di cui all’art. (Appia Polis)

Alle ricariche seguivano contestualmente bonifici verso altri rapporti finanziari accesi all’estero, intestati a soggetti di origine araba, principalmente in Germania, Paesi Bassi e Belgio. Sette gli arresti, ed è forte il sospetto che si trattasse di un metodo per finanziare il terrorismo. (ilmattino.it)

E così sono finiti sotto la lette dei finanzieri i conti intestati a extracomunitari provenienti da Pakistan, Afghanistan, India, Bangladesh, Cina e Kyrgyzstan sui quali confluiva denaro proveniente da ricariche di 345 carte di credito estere intestate ad ignari correntisti. (Campanianotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr