Su Ferrari arriva la bocciatura di Goldman Sachs: i 4 motivi che hanno fatto scattare il sell

Finanzaonline.com ECONOMIA

Il nuovo ceo e il suo background tech. La settimana scorsa Ferrari ha nominato Benedetto Vigna nuovo amministratore delegato, dopo che a dicembre si era dimesso Louis Camilleri

Le 4 ragioni che hanno fatto scattare il sell. Quattro le ragioni che hanno spinto Goldman Sachs a procedere con il downgrade.

Gli analisti della banca d’affari Usa hanno abbassato la raccomandazione su Ferrari da buy a sell, tagliando il prezzo obiettivo da 192 a 170 euro. (Finanzaonline.com)

Ne parlano anche altri media

Mathew McDermott, Managing Director of Digital Assets di Goldman, ha confermato che la banca d'investimento si sta espandendo in opzioni e future su Ether. L'adozione degli asset digitali da parte di Goldman va tuttavia ben oltre i suoi trading desk. (Cointelegraph Italia)

A pesare è la bocciatura arrivata da Goldman Sachs che ha tagliato Ferrari da buy a sell, riducendo il target price da 192 a 170 euro. Giornata difficile a Piazza Affari per Ferrari. (Finanzaonline.com)

E infine, quarto e ultimo punto, il prezzo obiettivo su Ferrari (rivisto al ribasso a 170 euro) appare meno attraente rispetto a quelli della media del settore. Il nuovo ceo e il suo background tech. La settimana scorsa Ferrari ha nominato Benedetto Vigna nuovo amministratore delegato, dopo che a dicembre si era dimesso Louis Camilleri (Finanzaonline.com)

In particolare, Goldman Sachs si attende che dopo la nomina del nuovo ceo Benedetto Vigna, con un background tecnologico, “Ferrari acceleri la sua passaggio alle tecnologie del futuro”. Gli analisti della banca d’affari Usa hanno abbassato la raccomandazione su Ferrari da buy a sell, tagliando il prezzo obiettivo da 192 a 170 euro. (Finanzaonline.com)

Giornata difficile a Piazza Affari per Ferrari. A pesare è la bocciatura arrivata da Goldman Sachs che ha tagliato Ferrari da buy a sell, riducendo il target price da 192 a 170 euro. (Yahoo Finanza)

Il titolo della Rossa di Maranello, il peggiore del Ftse Mib, con un ribasso di circa il 2,6% a quota 169,4 euro. E infine, quarto e ultimo punto, il prezzo obiettivo su Ferrari (rivisto al ribasso a 170 euro) appare meno attraente rispetto a quelli della media del settore (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr