Rischio "desertificazione commerciale": come la pandemia cambierà definitivamente i nostri centri storici

Rischio desertificazione commerciale: come la pandemia cambierà definitivamente i nostri centri storici
Tiscali Notizie ECONOMIA

Ma occorre reagire per dare una prospettiva diversa alle nostre città che rappresentano un patrimonio da preservare e valorizzare

Il cuore delle città porta in sé infatti non solo storia e bellezza architettonica, ma anche di un tessuto sociale ed economico particolare.

Tra il 2012 e il 2020 - secondo l'analisi - si è verificato un cambiamento del tessuto commerciale all'interno dei centri storici che la pandemia tenderà a enfatizzare. (Tiscali Notizie)

La notizia riportata su altre testate

Dall’altro, mettere in campo un urgente piano di rigenerazione urbana per favorire la digitalizzazione delle imprese e rilanciare i valori identitari delle nostre città”. (AGI - Agenzia Italia)

Tante le aspettative per il nuovo governo Draghi, sulla riapertura delle attività chiuse ormai da un anno - se non consideriamo la piccolissima parentesi estiva - come palestre e piscine, ma soprattutto attesissimi i provvedimenti riguardanti il settore della ristorazione. (BitontoViva)

Imprescindibile inoltre un urgente piano di rigenerazione urbana per rilanciare i valori identitari e sociali delle nostre città” “Da questo quadro emerge la prova che le nostre città stanno morendo – dice il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino -. (AltaRimini)

Confesercenti e Confcommercio scendono in piazza con gli imprenditori: "Fateci lavorare" - Luccaindiretta

A giorni, Confcommercio Sicilia illustrerà nel dettaglio le linee guida degli interventi che saranno posti in essere per supportare gli imprenditori associati E’ quanto ha, in sintesi, chiarito ieri sera Gianluca Manenti che, a conclusione dell’assemblea di Confcommercio Sicilia, tenutasi on line, è stato eletto presidente regionale dell’organizzazione di categoria. (PalermoToday)

“E’ necessario, inoltre – conclude Confcommercio Lombardia - che la comunicazione su eventuali restrizioni avvenga con tempestività e un giusto preavviso E la Lombradia ancora una volta sembra in cima alla lista delle regioni più penalizzate. (IL GIORNO)

Servono dunque nuove regole, ma anche certezze, ristori e indennizzi per i mesi in cui le attività non hanno dovuto lavorare, ma avrebbero potuto. L’iniziativa, per quanto riguarda questi due territori, vedrà lo svolgimento di tre diverse manifestazione, tutte in programma dalle 11 in poi. (LuccaInDiretta)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr