Dia, confisca da oltre 20 milioni di euro a imprenditore reggino in rapporti di stretta vicinanza con la ‘ndrangheta

Dia, confisca da oltre 20 milioni di euro a imprenditore reggino in rapporti di stretta vicinanza con la ‘ndrangheta
Newz.it INTERNO

‘impresa mafiosa’……che pur operando nei mercati ufficiali con modalità formalmente legali….si avvale nel concreto svolgimento dell’attività di impresa del c.d

Reggio Calabria – La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un provvedimento di confisca di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di Emilio Angelo Frascati, 64enne reggino, imprenditore molto noto nel settore della grande distribuzione alimentare e del commercio di autovetture. (Newz.it)

Su altre fonti

> e/o costituisce strumento di cui si serve l’organizzazione criminale per conseguire le proprie finalità illecite e mantenere il controllo del territorio. (Tempo Stretto)

Sono stati confiscati anche 20 immobili e rapporti finanziari. Beni mobili e immobili per oltre 20 milioni di euro sono stati confiscati all’imprenditore reggino Emilio Angelo Frascati ritenuto in rapporti di stretta vicinanza con la ‘ndrangheta dalla Dda guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri. (OggiNotizie)

La confisca riguarda il patrimonio sequestrato nel febbraio 2019 a seguito di una proposta formulata dal direttore della Dia nel contesto di un’indagine coordinata dal procuratore distrettuale della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri. (Calabria 7)

'ndrangheta: beni per 20 mln confiscati a imprenditore reggino

Tempo di lettura 2 Minuti. REGGIO CALABRIA – Si è costituito nel Commissariato di Gioia Tauro Alessandro Cutrì, di 35 anni detto “u Lustru” ritenuto il luogotenente della cosca De Maio-Brandimarte di Gioia Tauro. (Quotidiano del Sud)

In particolare:. - ha adottato misure di sicurezza adeguate ai rischi;. - conserva i tuoi Dati Personali su server Team Italia srl tratterà i tuoi Dati Personali nel rispetto del Regolamento UE n. (Trapanioggi.it)

Beni mobili e immobili per oltre 20 milioni di euro sono stati confiscati all’imprenditore reggino Emilio Angelo Frascati ritenuto in rapporti di stretta vicinanza con la ‘ndrangheta dalla Dda guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri. (wesud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr