“Non sostituiamo gli infermieri con gli operatori sociosanitari”

“Non sostituiamo gli infermieri con gli operatori sociosanitari”
Retesei SALUTE

Il Coordinamento regionale degli Ordini delle professioni infermieristiche della Campania si oppone con fermezza alla possibilità di utilizzare gli Operatori sociosanitari (Oss) in luogo degli infermieri come ipotizzato in alcune Regioni italiane.

Con una lettera inviata al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, i presidenti Opi di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno diffidano il Governatore ad intraprendere iniziative e atti volti ad affidare, anche se per brevi periodi di tempo, ad altre figure professionali attività proprie dell’infermiere. (Retesei)

Se ne è parlato anche su altre testate

Fra i requisiti richiesti, ci sono la laurea in scienze infermieristiche, o titolo equipollente, e l’iscrizione all’ordine delle professioni infermieristiche Ma quello della direzione non è un appello ordinario: la Fondazione Santi Antonio e Michele garantisce stipendio di sicuro interesse e dà la possibilità di avere un alloggio a disposizione a Fonzaso per un modico importo. (Corriere Delle Alpi)

Inoltro una mia prima esperienza di somministrazione di vaccini anticovid2, se potete pubblicarla ne sono felice.Buona Pasqua.Angelo. Pur vivendo in un periodo di forti limitazioni, la vita scorre con il solito traffico nelle vie del paese. (Nurse Times)

"Un trucco da prestigiatori per dare agli Oss maggiori oneri ma nessun onore in più, ovvero più compiti e responsabilità senza però alcun adeguamento contrattuale. "Su questo è stato chiaro anche il nostro nuovo segretario generale Mario Ragno, appena eletto alla guida della Uil Fpl del Veneto" prosegue Volpe. (RovigoInDiretta.it)

Infermieri contagiati nonostante il vaccino: “Servono indagini specifiche”

Succede sul litorale toscano, dove lo scontro fra personale e coordinatore di struttura è esondato in uno scambio di insulti sul gruppo whatsapp. Il coordinatore, che ci viene detto non essere un infermiere, ha risposto alle domande incalzanti del collega definendolo “scansafatiche al limite del criminale” e “ladro”. (AssoCareNews.it)

L’autolesionismo può essere spiegato come “qualsiasi atto auto-inflitto che crea un danno personale” (O’Donovan e Gijbels, 2006). Pubblicità. x. L’autolesionismo è una problematica molto presente nella popolazione generale adulta e soprattutto negli adolescenti. (AssoCareNews.it)

Le domande allo Stato. Secondo il sindacato, c’è qualcosa che non convince e quindi chiede: “A che punto siamo con gli studi? Infermieri contagiati nonostante il vaccino: “Servono indagini”. (Prima Milano Ovest)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr