AstraZ: Regione Lombardia dice sì ai richiami solo per gli over-60

Brescia Oggi SALUTE

Fatte le debite proporzioni, a Brescia sono state somministrate circa 81mila dosi, in particolare di AstraZeneca che è stato utilizzato in più del 20 per cento dei casi

«Da oggi, secondo quanto disposto dal Comitato Tecnico Scientifico, le seconde dosi agli over 60 vaccinati con Astrazeneca saranno fatte con lo stesso vaccino.

Lo ha comunicato ieri sera in una nota la Direzione generale Welfare della Regione Lombardia (Brescia Oggi)

Ne parlano anche altre testate

Ci scusiamo in anticipo per l’eventuale disagio ma tutte le nostre strutture stanno lavorando per garantire la qualità e la sicurezza del servizio” Tutte le prenotazioni, salvo diversa comunicazione disposta dalla asl di appartenenza, sono confermate”. (Radio Colonna)

Lo sostengono a gran voce i familiari della 24enne di Mendicino morta il 9 giugno scorso a causa di una embolia polmonare. «Ne siamo convinti: non c’è alcuna correlazione fra la morte di Alessia ed il vaccino Moderna». (Soveratiamo.com)

Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter In una nota Regione Lombardia precisa inoltre che per i 12/17enni già oggi viene usato solo Pfizer; per i 18/49 anni Pfizer o Moderna; per i 50/59enni Pfizer, Moderna o Johnson & Johnson; per gli over 60 Astrazeneca o J&J; per i fragili Pfizer o Moderna. (MBnews)

Lo dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco dopo lo stop, annunciato nella conferenza stampa dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid, alle seconde dosi di Astrazeneca per gli under 60 Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane ai cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. (BarlettaLive)

Stop al vaccino AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni. AstraZeneca. “Il Cts ha raccomandato per le prime dosi di vaccinazioni di riservare le dosi di AstraZeneca per coloro che abbiano un’età uguale o superiore a 60 anni. (Cosenza Channel)

Lo comunica l’assessorato alla Salute della Regione Siciliana Alla luce della circolare ministeriale trasmessa alle Regioni, in Sicilia l’iniziativa “Open Day”, che si aggiunge alla normale programmazione vaccinale, è riservata alla popolazione di età pari o superiore a 60’anni. (Scrivo Libero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr