Asse Tim-Open Fiber per i piccoli comuni

Asse Tim-Open Fiber per i piccoli comuni
ilGiornale.it ECONOMIA

Il contratto permetterà a Open Fiber di usare le infrastrutture aeree e le connessioni fino a casa dei clienti, per un controvalore complessivo di circa 230 milioni di euro (per 20 anni).

Un passo decisivo verso la rete unica.

Ieri Tim ha chiuso in rialzo dello 0,96 per cento a 0,2737 euro

Giunti a questo punto, la stesura di un memorandum of understanding tra Fibercop e Open Fiber sembra molto più vicina. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Con l'intesa si stringono i tempi per la possibile firma del memorandum di intesa della Rete Unica, che potrebbe arrivare addirittura la prossima settimana. (Teleborsa) - Il progetto Rete Unica fa un altro importantissimo passo avanti, grazie all'accordo raggiunto da Open Fiber e TIM sulle aree bianche, cioè quelle a fallimento di mercato. (ilmessaggero.it)

L’accordo commerciale che è stato appena firmato non pregiudica eventuali futuri accordi tra Tim e Open Fiber, nel senso che se i due gruppi deliberassero di convolare a nozze, diventando un'unica società, chiaramente verrebbe meno. (la Repubblica)

A sua volta Tim metterà a disposizione la fibra VHCN di Open Fiber ad almeno 500 mila clienti nelle aree bianche. L’atteso accordo commerciale tra Tim, Fibercop (rete secondaria di Tim) e Open Fiber è stato siglato ieri dalle tre società. (Notizie - MSN Italia)

Copertura aree bianche: TIM, Fibercop e Open Fiber stringono un accordo sulla fibra ottica

Per il momento, di certo c’è che Open Fiber potrà usare in affitto per almeno 20 anni le infrastrutture di TIM nelle cosiddette aree bianche Finalmente c’è l’intesa: Open Fiber potrà utilizzare alcune delle infrastrutture di TIM – dai cavidotti ai pali, passando per le canaline – per far passare la sua fibra ottica. (Lega Nerd)

"Nelle aree bianche - dove Open Fiber si è aggiudicata i tre bandi pubblici indetti da Infratel - l’accordo prevede che Open Fiber acquisti da FiberCop, per un controvalore complessivo superiore ai 200 milioni di euro, il diritto d’uso (IRU) per infrastrutture aeree e collegamenti d’accesso alla casa del cliente. (Notizie - MSN Italia)

Come abbiamo visto nell'articolo sulle differenze tra aree bianche, grigie e nere, le aree bianche d'Italia sono quelle zone in cui nessun operatore privato aveva mai fatto investimenti per portare la copertura in banda ultralarga. (IlSoftware.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr