Gas Jeans, spunta il nome di Andrea Citterio

Gas Jeans, spunta il nome di Andrea Citterio
Pambianconews ECONOMIA

La vicenda di Gas Jeans sembra essere a un punto di svolta.

Decretata alla fine del 2021 l’istanza di fallimento, lo storico marchio di jeans vede ora profilarsi all’orizzonte il nome di Andrea Citterio, imprenditore a cui fa capo la holding d’investimento Duke.

Dal 2015, si è specializzato nell’ambito dell’illuminotecnica in qualità di CEO e proprietario di Penta, Castaldi e Arredoluce, che ha recentemente raggruppato sotto Auralis, primo e unico polo italiano dell’illuminazione

Citterio detiene partecipazioni e siede nel cda di società appartenenti a diversi settori, dalla moda alla robotica. (Pambianconews)

Se ne è parlato anche su altri giornali

«Con Gas – ha aggiunto Donazzan – il buon risultato si deve al confronto serrato tra i soggetti finanziari, quelli del sindacato e con l’azienda. Abbiamo seguito, come Regione, la vertenza dai primi momenti delle sue difficoltà finanziarie e abbiamo accompagnato attivamente i vari passaggi. (ilgazzettino.it)

Duke srl, assistita dall’Avv.Marco Corbetta, founder dello Studio Legale Associato DMC, ha presentato una manifestazione d’interesse per l’acquisizione del complesso aziendale Grotto spa, proprietario di Gas. (Nordest Economia)

Nel complesso aziendale, oggetto della proposta ci sono la sede di Chiuppano, tutti i dipendenti Grotto e Exagon”. La tanto attesa offerta di acquisto per rilevare sede e attività produttiva e commerciale di Gas Jeans è arrivata, squarciando le nubi sopra Chiuppano e lo stabilimento dell’azienda vicentina di abbigliamento denim. (L'Eco Vicentino)

Dettaglio articolo

Secondo quanto riferisce Il giornale di Vicenza, l'offerta sarebbe irrinunciabile, dal momento che una nota diramata dalla holding parla di «interesse per l'acquisizione del complesso aziendale». Spiragli di luce all'orizzonte potrebbero arrivare per Gas dal big italiano dell'illuminazione, Andrea Citterio. (fashionmagazine.it)

Duke srl, holding di investimento proprio di Andrea Citterio e assistita dall’Avv. Nonostante trentasette anni di storia, il brand vicentino solo qualche mese fa sembrava destinato al fallimento: 200 lavoratori a casa e un altro marchio rappresentante l’eccellenza del Made in Italy destinato ad un’infelice sorte. (Venetoeconomia)

“Con GAS – ha aggiunto Donazzan – il buon risultato si deve al confronto serrato tra i soggetti finanziari, quelli del sindacato e con l’azienda. Abbiamo seguito, come Regione del Veneto, la vertenza dai primi momenti delle sue difficoltà finanziarie e abbiamo accompagnato attivamente i vari passaggi. (Regione Veneto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr