Tesoro e Unicredit alla rottura su Mps

ilGiornale.it ECONOMIA

A lungo, soprattutto dopo il matrimonio tra Intesa Sanpaolo e Ubi, Unicredit era stata ritenuta la sola soluzione possibile per accasare la travagliata banca senese.

Il braccio di ferro in corso, da mesi, tra Unicredit e il Tesoro (al 64% del capitale di Rocca Salimbeni) sul perimetro e, soprattutto, sulla dote della banca più antica del mondo, sembra prossimo a terminare con un nulla di fatto.

Comunque vada a finire, deve essere chiaro sin d'ora che non deve passare per la testa a nessuno che il cerino possa restare in mano al sindacato

Il Tesoro si è impegnato con l'Europa a uscire da Rocca Salimbeni entro fine anno e non ha ancora depositato richiesta di proroga o vagliato strade alternative a Unicredit. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altre testate

Contemporaneamente il ministro si era espresso contro l’ipotesi di chiedere a Bruxelles. Ai primi di agosto, quando la trattativa con Unicredit sul destino di Monte dei Paschi era stata appena formalizzata, Daniele Franco aveva dato in Parlamento alcuni messaggi abbastanza chiari: la banca senese - aveva spiegato - incontrerebbe seri problemi restando da sola, ma il governo non è intenzionato ad accettare l’operazione a qualunque condizione. (ilmattino.it)

Uno su tutti l’entità del capitale da iniettare nel Monte per rendere più facile l’operazione con Unicredit. Dossier Mps tra ministero dell’Economia e Unicredit. (Startmag Web magazine)

Dossier Mps tra ministero dell’Economia e Unicredit. L’ANALISI DI REPUBBLICA. Ma quali sono le differenze tra Tesoro e Unicredit? (Startmag Web magazine)

Nella vicenda MPS, Unicredit ha seguito questa filosofia di bon-ton. La quale fissava nel 31 dicembre di quest’anno la data ultima di uscita dello Stato italiano dal capitale dell’istituto senese: insomma, serviva una cortina fumogena per garantirsi l’incidente controllato. (Money.it)

Comunque vada a finire, deve essere chiaro sin d’ora che non deve passare per la testa a nessuno neanche l’idea che il cerino possa restare in mano al sindacato. Non accetteremo tagli di personale se non attraverso prepensionamenti su base volontaria e deve essere chiaro che ci opporremo, con tutti i mezzi a nostra disposizione, a qualsiasi tentativo di macelleria sociale”. (RadioSienaTv)

Il blocco della trattativa Mps. Sulle pagine di Reuters è notizia recente che il governo italiano e Unicredit abbiano bloccato la trattativa per l’acquisizione da parte della banca di un pezzo buono di Mps. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr