Vaccini Covid, terza dose a over 60 e fragili. Ecco le nuove indicazioni del Ministero

Farmacista33 SALUTE

Che poi, sono categorie "per le quali viene raccomandata anche la vaccinazione antinfluenzale".Pertanto le nuove indicazioni del Ministero sono le seguenti:.

Naturalmente è importante assicurare questa possibilità a tutti gli operatori sanitari per proteggere loro stessi ma anche per proteggere eventuali pazienti fragili con cui possono venire in contatto.

La strategia di offerta vaccinale a favore di ulteriori gruppi target o della popolazione generale verrà aggiornata sulla base dell'acquisizione di nuove evidenze scientifiche e dell'andamento epidemiologico

ott112021. (Farmacista33)

La notizia riportata su altri giornali

“La terza dose, per le persone per cui è prevista, è un passaggio imprescindibile del piano vaccinale, cioè lo strumento, ci tengo a ricordarlo, che ci sta permettendo ogni giorno di più di lasciarci alle spalle la pandemia- afferma l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini-. (rimininotizie.net)

I risultati dello studio, realizzato da Epi-Phare, sono basati sui dati di 11 milioni di vaccinati over 50 e su quelli di altri 11 milioni non vaccinati della stessa fascia di eta’. Dallo studio, condotto fra il 27 dicembre 2020 e il 20 luglio scorso, e’ anche emerso che l’efficacia del vaccino “non sembra diminuire fino al quinto mese” dall’inoculazione, ma cio’ non significa che la protezione non sia efficace dopo il quinto mese (il Fatto Nisseno)

In Piemonte – la platea è di 665.000 persone che hanno già concluso il primo ciclo vaccinale – il via alla terza dose per gli over 60 scatterà dal prossimo 18 ottobre, mentre per gli over 80, gli operatori sanitari, le persone con elevate fragilità e ospiti e operatori di Rsa la campagna della terza dose è già in corso. (Telecity News 24)

Si partirà dal 18 ottobre con le prime 6.400 persone che hanno già superato i 6 mesi dalla seconda dose. Lo comunicano il presidente e l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte. (TorinoSud)

Come abbiamo spiegato più volte (qui, qui e qui), il sistema Vaers accetta e analizza le segnalazioni di possibili eventi collaterali che possono sorgere dopo una vaccinazione. Ciò significa che i rapporti Vaers non possono essere utilizzati per determinare se un vaccino ha causato o contribuito a un evento avverso o una malattia. (facta.news)

I dati dimostrano che la risposta anticorpale e la risposta a lungo termine del sistema immunitario sono già efficaci dopo la somministrazione della prima dose, sia dei vaccini a mRNA, sia dei vaccini a vettore adenovirale. (Rete8)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr