Governo Draghi, dagli occhiali alle auto i bonus che rischiano di saltare

Governo Draghi, dagli occhiali alle auto i bonus che rischiano di saltare
QuiFinanza INTERNO

Governo Draghi, bonus a rischio scadenza: incentivi auto. A rischio anche l’agevolazione per comprare l’auto elettrica, secondo la quale i nuclei familiari con Isee inferiore a 30mila euro dovrebbero beneficiare di uno sconto del 40% sull’acquisto di una macchina a zero emissioni.

In questo caso il decreto attuativo dovrebbe arrivare per la fine di febbraio

Come in ballo rimane anche il bonus occhiali per il quale si dovrebbe erogare un voucher da 50 euro ai nuclei familiari con Isee inferiore a 10mila euro per l’acquisto di occhiali o lenti a contatto correttive. (QuiFinanza)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nessuna notizia anche del bonus-occhiali, passato in secondo piano nell'esecutivo Conte-bis, ma utile per sgravare il costo di lenti per famiglie con indice-ISEE minore di 10mila euro In particolare, si fa riferimento ai seguenti abbuoni: smartphone per le famiglie con ISEE sotto i 20mila euro, occhiali con voucher di 50euro per nuclei familiari meno abbienti, ecoincentivi per auto elettriche. (iLMeteo.it)

Dall'ingresso nell'arena politica di Mario Draghi, l'ex premier ha ceduto il primo posto, indiscusso per oltre un anno, ma adesso rischia di essere sorpassato da Giorgia Meloni Secondo un sondaggio di Emg Acqua per la Rai, la Meloni è a un passo da Conte. (Sputnik Italia)

“Presto – spiega il segretario generale Fim-Cisl regionale Mirko Dolzadelli – ci sarà il problema del turnover dei babyboomer”. E adesso si scopre che gli “incapaci” del Governo Conte non erano poi così “incompetenti” come la propaganda mainstream voleva far credere. (LA NOTIZIA)

Perché il Pnrr di Conte è fiacco secondo Draghi e Commissione Ue

Il nuovo governo ha di fronte a sé un solo e decisivo compito: accelerare sotto tutti gli aspetti l’uscita dalla pandemia. Difficile comprendere su quali basi di comune visione forze politiche radicalmente alternative possano convergere in un impianto riformatore. (Il Fatto Quotidiano)

Tutti dicevano che solo il Conte ter era la soluzione. Ecco come i giornaloni scaricano Conte dopo averlo osannato e adesso paiono zerbini di Draghi. (Startmag Web magazine)

Non possiamo che fargli i nostri migliori auguri per l’esito della trattativa con la Commissione per l’approvazione del PNRR E pare che lo stesso rilievo sia formulabile anche agli orientamenti del governo Draghi. (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr