Banca MPS unisce Private Banking e Corporate in unica divisione

Banca MPS unisce Private Banking e Corporate in unica divisione
Monitorimmobiliare.it ECONOMIA

La collaborazione con MpsFiduciaria permette ai Private Banker di Banca MPS di assistere i clienti anche in termini di soluzioni mirate per esigenze di passaggio generazionale, corporate finance e advisory non finanziario.

Banca MPS unisce Private Banking e Corporate in unica divisione di E.I. 11 Ottobre 2021. Banca Monte dei Paschi di Siena riunisce le divisioni Private Banking e Corporate per aumentare la sinergia tra i due business. (Monitorimmobiliare.it)

Su altre testate

Con queste premesse una decisione definitiva potrebbe arrivare gia’ entro la presentazione dei risultati trimestrali di Unicredit, anticipati al prossimo 27 ottobre. Fra tutti i motivi di fiducia, l’allentamento della pressione politica non è l’unico elemento su cui si basa la fiducia delle controparti. (Investire sul web)

A Piazza Affari il titolo Mps perde lo 0,76% a 1,111 euro per azione In attesa della risoluzione della vicenda Unicredit, Banca Mps punta sulla riorganizzazione interna, accorpando in un'unica business unit i mercati private banking e corporate. (Milano Finanza)

Decidendo di fare”, e si deve “provare a pensare a cose importanti, decidendo di farle”. Roma, 13 ott. (LaPresse)

Akros vede l'utile trimestrale di Unicredit migliorare del 18%. Nuovo target price

Così Banca Monte dei Paschi di Siena svela la nuova struttura, denominata “Business Imprese e Private Banking”, una risposta concreta all’evoluzione delle esigenze del cliente private che chiede di essere affiancato nei propri progetti personali e imprenditoriali ed ha così a disposizione tutte le competenze dei due mercati che in forte sinergia offrono servizi specialistici e consulenziali dedicati. (Wall Street Italia)

Risposte che possano impedire una azione per contrastarle, del tipo: “Ma che volete vi abbiamo dato quello che chiedevate?”. Tutela del marchio. (Il Cittadino on line)

Gli analisti oggi rivedono al rialzo la stima dell'utile per azione adjusted atteso nel 2021 da 1,51 a 1,54 euro, da 1,63 a 1,71 euro nel 2022 e da 1,8 a 1,84 euro nel 2023. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr