Quirinale, Salvini e il timore che il centrodestra sbagli la mossa

Corriere della Sera INTERNO

Il centrodestra avrà pure la golden share sul Quirinale, ma se sbaglia mossa non esisterà più dopo la quarta votazione

E il leader della Lega, che si è dato come priorità la compattezza della coalizione, non deve fronteggiare solo gli avversari.

È dura la vita per chi vuol essere il kingmaker del presidente della Repubblica e sa di giocarsi praticamente tutto in questa prova.

Ecco perché Salvini non usa parole definitive sul presidente della Repubblica e sul premier. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Milano, 13 gen. (LaPresse) -. (LaPresse)

Io lo rispetto tanto che non voglio forzare la sua scelta. "Matterella ha già detto di no. (Corriere TV)

La senatrice di Italia viva sulla corsa al prossimo presidente della Repubblica. (LaPresse) Maria Elena Boschi ha parlato della corsa per eleggere il successore di Sergio Mattarella al Quirinale con il centrodestra che punta su Silvio Berlusconi. (LaPresse)

Domani il vertice del centrodestra. Matteo Salvini formalizza il suo sostegno alla candidatura al Colle del leader di Forza Italia, secondo quanto riporta Ansa. (Sputnik Italia)

Primo: il centrodestra dimostra di aver saputo gestire la golden share del Quirinale perché i voti li porterebbe in dote Berlusconi. E che sta mettendo a dura prova i nervi di Salvini, soprattutto, e di Meloni. (Il Riformista)

A dirlo il segretario della Lega Matteo Salvini intervenuto al mercato del Villaggio Olimpico per sostenere Simonetta Matone, candidata per il centrodestra alle suppletive di Roma Il leader della Lega: "Berlusconi ha tutte le carte per scendere in campo ". (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr