No Green Pass a Trieste, dietrofront dei portuali: "La protesta continuam non si molla"

la Repubblica INTERNO

Il Coordinamento lavoratori portuali di Trieste (Clpt), organizzatore della protesta, è stato per tutto il giorno davanti ai varchi, ma l'attività del porto "non si è fermata"

Stefano Puzzer del Coordinamento avverte: "Se il 30 non otteniamo il ritiro bloccheremo tutta l'Italia.

Il leader della manifestazione No Pass: "Nessun blocco, chi vuole lavorare lo fa" 15 Ottobre 2021. Oggi più di 2000 persone erano arrivate a manifestare nel porto ed altre, in serata erano attese. (la Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Il Comitato dei lavoratori portuali di Trieste ha denunciato che diverse aziende starebbero violando la normativa dell'obbligo del Green Pass a lavoro. Prosegue il presidio dei No Green Pass al porto di Trieste. (Notizie.it )

'Questa prima battaglia l'abbiamo vinta - si legge nel comunicato - dimostrando la forza e la determinazione dei lavoratori portuali e di tutti coloro che li hanno affiancati nella difesa della democrazia e della libertà'. (La Pressa)

È la nota diffusa questa sera dal Coordinamento dei lavoratori portuali. L'INTERVISTA Green pass, l'imprenditore Zanardo: «Ora è giusto. (ilgazzettino.it)

Green pass, Puzzer contestato per aver sciolto presidio. Userò il mio tempo per raccogliere tutte le denunce quando i lavoratori verranno chiamati a lavorare senza green pass come oggi”. (Nordest24.it)

Il porto da ieri, venerdì 15 ottobre giorno dell'entrata in vigore del Green pass obbligatorio sui posti di lavoro, è diventato l'epicentro della protesta No Green pass in tutta Italia. 16 ottobre 2021 a. (Liberoquotidiano.it)

Continua il presidio dei No Green Pass al porto di Trieste, ma non ci sono blocchi Continua la protesta contro il Green Pass obbligatorio sul lavoro dei portuali di Trieste, che proseguono presidiando il varco 4 dello scalo, lasciando però libero l’accesso. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr