Birmania: Facebook chiude la pagina dell’esercito

Birmania: Facebook chiude la pagina dell’esercito
Più informazioni:
OggiNotizie ESTERI

La pagina si chiama ‘Tatmadaw – True News Information Team’ e, secondo quanto spiegato da Facebook in una nota, ha più volte “violato le regole della comunità che vietano l’incitamento alla violenza”.

“L’uso della forza letale, dell’intimidazione e delle violenze contro i manifestanti pacifici è inaccettabile – scrive in un tweet -.

Faccio appello a tutti i partiti a rispettare i risultati delle elezioni e di tornare alle norme civili”

Il segretario generale dell’Onu, António Guterres, condanna “l’uso della forza letale” in Birmania, dove ieri due manifestanti contro il golpe sono stati uccisi dai colpi delle forze dell’ordine. (OggiNotizie)

Su altre fonti

Intanto migliaia di persone sono scesi per le strade di Rangoon, la capitale economica, in omaggio alla prima vittima della repressione militare, la ventennes Mya Thwate Thwate Khaing, morta dopo essere stata colpita alla testa durante una protesta Non è chiaro se gli agenti abbiano usato proiettili veri o di gomma. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

È morta la donna di 20 anni colpita alla testa la settimana scorsa durante le manifestazioni contro il golpe in Birmania. Mya Thwate Thwate Khaing, questo il nome della ventenne, era stata colpita con un proiettile alla testa lo scorso 9 febbraio durante una protesta contro il golpe in Birmania a Naypyidaw, la capitale amministrativa (Il Valore Italiano)

Due ragazzi sarebb… - EnesKanter : Credo che @RTErdogan abbia organizzato il tentativo di colpo di stato del 15 luglio 2016 nel suo paese e che Erdoga… - clikservernet : Colpo di Stato in Birmania, Facebook chiude la pagina dell’esercito. (Zazoom Blog)

Birmania, morta la giovane manifestante ferita alla testa

Proseguono le proteste nel Paese mentre si svolge in gran segreto il processo alla leader del Myanmar Aung San Suu Kyi. Sono previste pene detentive e multe anche per coloro che incitano all’odio nei confronti dei leader del colpo di Stato. (Policymakermag)

Gli osservatori internazionali da giorni segnalano l’escalation della violenza della repressione, con il rischio di veder aumentare le vittime. Prima del golpe, il mondo guardava con speranza alla transizione democratica guidata dalla Premio Nobel per la pace Suu Kyi, nonostante la delusione legata alla sua vicinanza all’esercito e alla sua negazione del massacro della minoranza Rohingya. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Lo ha annunciato l'ospedale nel quale era ricoverata. Mya Thwate Thwate Khaing, questo il nome della ventenne, era stata colpita con un proiettile alla testa lo scorso 9 febbraio durante una protesta contro il golpe in Birmania a Naypyidaw, la capitale amministrativa. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr