Torino, tumore al rene asportato a paziente sveglia con robot chirurgico

Torino, tumore al rene asportato a paziente sveglia con robot chirurgico
Nurse Times SALUTE

L’eccezionale intervento è stato eseguito nel reparto di Urologia universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute.

A beneficiare dell’intervento, una donna di 62 anni che in precedenza aveva già sconfitto un tumore grazie all’asportazione di un polmone e da tempo conviveva con una massa al rene non asportabile.

L’intervento è stato condotto con una tecnica retroperitoneoscopica con il robot Da Vinci Xi e l’utilizzo di 4 bracci operativi

Un robot chirurgico ha permesso di asportare un tumore maligno al rene su una paziente sveglia, che non poteva essere addormentata. (Nurse Times)

La notizia riportata su altri giornali

Una donna 62enne, dopo aver sconfitto molti anni prima un tumore grazie all’asportazione di un polmone, ora si trovava a convivere con una massa al rene che continuava a crescere e che non poteva essere asportata. (Metro)

Intervento all'ospedale Molinette di Torino #ANSA - rtl1025 : ???? (Zazoom Blog)

Il tumore è stato asportato e volevamo salvare il rene per preservare la funzione renale della paziente che non era ottimale. Professor Gontero, perché nessuno ha mai utilizzato il robot Da Vinci su un paziente sveglio prima d'ora? (La Repubblica)

Il tumore asportato con un robot su una paziente sveglia

Leggi su tgcom24. Un robot chirurgico ha asportato un tumore maligno al #rene su una paziente sveglia, che non poteva essere addor… - repubblica : Torino, tumore al rene asportato dal robot su paziente sveglia: 'E' la prima volta al mondo' - marinellafly12 : RT @repubblica: Torino, tumore al rene asportato dal robot su paziente sveglia: 'E' la prima volta al mondo' - RobertoScala : A Torino la prima donna operata da un robot a un tumore mentre è sveglia - (Zazoom Blog)

Grazie alla forza e al coraggio di questa donna e a un team di alta professionalità, abbiamo dimostrato per la prima volta al mondo la fattibilità dell’uso della tecnologia robotica a paziente sveglio” (Kongnews)

Gobbi, con una tecnica innovativa, ha praticato un "blocco anestetico spinale toracico continuo", rendendo così la paziente 'insensibile' nella zona del rene. L'eccezionale intervento è stato realizzato all'ospedale Molinette di Torino: la paziente, una donna di 62 anni, lottava da anni contro un cancro molto resistente. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr