Superbonus 110% e agevolazioni edilizie, ecco le risposte dell'Agenzia delle Entrate sulle novità - FA

Superbonus 110% e agevolazioni edilizie, ecco le risposte dell'Agenzia delle Entrate sulle novità - FA
Approfondimenti:
MPS
Gazzetta del Sud ECONOMIA

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le Faq per rispondere ai dubbi di contribuenti e operatori relativamente ai bonus edilizi, del Superbonus 110% e alle novità del Decreto Legge 157/2021.

Tale possibilità - già consentita ai fini del cd ecobonus nonché del cd sismabonus disciplinati dagli articoli 14 e 16 del decreto legge n. 63 del 2013 (cfr

Tale limitazione non si applica, invece, alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio. (Gazzetta del Sud)

Su altre fonti

Da ciò, infatti, può dipendere la necessità di dover o meno acquisire la predetta documentazione ai fini dell’esercizio dell’opzione. Per i nuovi obblighi di visto e asseverazione anche per gli altri bonus casa diversi dal 110%, laddove si opti per la cessione del credito o sconto in fattura, particolare attenzione occorre prestare alla data della fattura ed alla data di pagamento della stessa. (Investire Oggi)

157/2021 non si applica ai contribuenti che prima del 12 novembre 2021 (data di pubblicazione in gazzetta ufficiale del Dl n. Con riferimento, invece, ai tecnici, viene chiarito che i professionisti abilitati alla verifica della congruità delle spese per gli interventi ammessi al Superbonus possono rilasciare per lo stesso tipo di intervento anche la nuova attestazione di congruità delle spese sostenute prevista dall’articolo 1 del Dl n (CASA&CLIMA.com)

L’asseverazione prevista per gli interventi oggetto dei bonus casa diversi dal superbonus, deve attestare anche i requisiti tecnici dell’intervento e l’effettiva realizzazione, come previsto per il bonus 110, o riguarda solo la congruità delle spese? Bonus casa diversi dal 110%: cosa attesta l’asseverazione. (Investire Oggi)

Bonus casa e 110%, vademecum per visto di conformità ed asseverazione

In base a quanto stabilisce il decreto contro le frodi entrato in vigore il 12 novembre scorso, è richiesta l'asseverazione delle spese per tutti gli interventi per i quali si intende optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura. (La Repubblica)

articolo 1, comma 574, della legge n. 147 del 2013, secondo cui i contribuenti che, ai sensi dell’articolo 17 del d. Resta fermo che il contribuente è tenuto a richiedere il visto di conformità sull’intera dichiarazione nei casi normativamente previsti (ad esempio, cfr. (idealista.it/news)

Per essi (tranne che per il bonus mobili e bonus verde), il legislatore (per spese 2020 successive) ammette la possibilità di optare, in luogo della detrazione fiscale, per:. lo sconto in fattura. la cessione del credito. (Investire Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr